Apri il menu principale

Andrea di Ricco

pittore italiano

Andrea di Ricco o Andrea Tafi secondo il Vasari (Firenze, 1213Firenze, 1294) è stato un pittore italiano, particolarmente apprezzato per aver portato a Firenze l'arte del mosaico che portò a tale livello di qualità da servire da esempio anche a Giotto.

BiografiaModifica

"Visse Andrea anni ottantuno, e morì innanzi a Cimabue nel 1294". Così ci informa il Vasari nelle Vite.

Introdusse in Toscana l'arte del mosaico facendo venire da Venezia Apollonio "greco" da cui apprese i segreti del mestiere e con cui collaborò nei primi lavori eseguiti a Firenze nei mosaici del battistero. Affrancatosi dal maestro divenne a sua volta tanto abile e apprezzato nell'arte musiva da fare scuola. Le sue opere furono prese come esempi da seguire da Gaddo Gaddi e da Giotto.

Secondo Vasari, fu maestro di Buonamico Buffalmacco[1] Fu forse padre di Antonio d'Andrea Tafi che è citato nel Libro della Compagnia di San Luca nel 1348.

Opere musiveModifica

 
Le schiere angeliche, nel battistero di Firenze
  • Partecipazione ai mosaici del battistero di Firenze, in particolare:
    • Gerarghie angeliche, in collaborazione con Apollonio
    • Cristo giudice
    • Serie dei Profeti e Patriarchi

NoteModifica

  1. ^ «Buonamico di Cristofano detto Buffalmac[c]o pittore fiorentino, il qual fu discepolo d'Andrea Tafi (...) fu, come si sa, carissimo compagno di Bruno e di Calandrino, pittori ancor essi faceti e piacevoli...» (Vasari).

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN168889204 · WorldCat Identities (EN168889204