Apri il menu principale

Angela Volpini (Casanova Staffora, 3 giugno 1940) è una mistica italiana.

Nata in una famiglia di contadini in un paesino dell'Oltrepò Pavese, è nota in Italia e all'estero perché le sarebbe apparsa ottanta volte la Madonna (Per la prima volta il 4 giugno 1947, all'età di sette anni). La Chiesa cattolica non riconosce tali apparizioni.

Indice

Resoconto delle apparizioni marianeModifica

La donna racconta che, mentre era in campagna a pascolare le mucche con suoi coetanei, a un certo punto si sentì chiamare dolcemente da una donna bellissima che la prese in braccio e le baciò i capelli, dicendo: «Sono venuta per insegnarvi la via della felicità sulla terra».

«... Ero seduta sull'erba a confezionare dei mazzetti di fiori quando all'improvviso sentii una persona prendermi sotto le braccia da dietro e sollevarmi, come per prendermi in braccio. Mi girai, convinta di trovarmi viso a viso con mia zia, e invece mi trovai di fronte un volto di donna bellissimo, dolcissimo e sconosciuto..»

(Angela Volpini, nella sua autobiografia)

Gli altri bambini avrebbero visto soltanto Angela sollevarsi da terra, scappando spaventati per avvertire i genitori.

Dopo di allora le apparizioni si sarebbero succedute regolarmente ogni giorno 4 del mese (con poche eccezioni), fino al 4 giugno 1956.

Pellegrini e curiosi si recarono in paese per assistere a queste estasi, con punte anche di 300.000 persone. I giornali dell'epoca riferirono di particolari fenomeni solari coincidenti con questi eventi. Secondo quanto riferito dalla bambina, durante le prime apparizioni la visione aveva detto: "Sono venuta per insegnarvi la via della felicità sulla terra" e "Sta' buona, prega, e io sarò la salvezza del tuo paese".[1] Proprio quest'ultima frase fu motivo di discussione e oggetto di strumentalizzazioni durante il periodo delle elezioni politiche italiane del 1948.

Angela fu esaminata da una commissione di teologi e di psichiatri, i quali dopo averla esaminata arrivarono alla conclusione che era sana di mente e in buona fede[2].

Nel 1949 dovette abbandonare la scuola mentre frequentava la terza elementare, anche perché i pellegrini irrompevano spesso nell'istituto. Quella scuola dopo alcuni anni divenne il centro di "Nova Cana", fondato da Angela come luogo di dialogo e di incontro[3].

Nel luogo delle apparizioni, nel 1957, con decreto del vescovo della diocesi di Tortona, Egisto Domenico Melchiori, iniziarono i lavori per erigere la cosiddetta "Chiesa del Bocco"[4]

NoteModifica

  1. ^ L'incontro con Maria, su angelavolpini.it. URL consultato il 13-01-2012.
  2. ^ Dal sito ufficiale
  3. ^ Dal sito "Nova Cana"
  4. ^ Dal sito ufficiale

BibliografiaModifica

  • Resurrezione di Dio, Ed. Celit, 1984
  • La Madonna accanto a noi, Ed. Reverdito, 1990
  • Capire Maria, Ed. Feeria, 2003
  • Le bianche pietre di Pollicino, Ed. Marna, 2005
  • Capire Maria, Nel 60º anniversario delle apparizioni di Casanova Staffora (1947-1956), Ed. Feeria, 2007
  • Persona e comunità, Ed. Guardamagna (fuori commercio)
  • La humanidad realizada, Ed. Pilar Moreno
  • Viaggio nella terra di Gesù, coautore Marcel Capellades, Ed. Marna, 2010

FilmografiaModifica

  • Luciano Era, Il divino nell'uomo (dvd), Ed. Promedia, 2009

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71016950 · ISNI (EN0000 0000 4209 7489 · LCCN (ENno98125803 · WorldCat Identities (ENno98-125803