Apri il menu principale

Angelo Viva

scultore italiano

BiografiaModifica

Studiò arte nella sua città passando poi nella bottega dello scultore Giuseppe Sanmartino del quale divenne un seguace di una certa rinomanza.[1][2]

Nonostante una lunga carriera durata circa cinquant'anni, non sono molte le sue opere che vengono considerate di valore da parte della critica.[1] Vengono ricordati Angeli che portano una torcia inseriti nell'altare della Basilica di San Paolo Maggiore di Napoli, eseguiti su disegno di Ferdinando Fuga, e degli stucchi nella Basilica della Santissima Annunziata Maggiore a Napoli.[1]

Sue importanti opere sono il gruppo statuario della fontana del Ratto di Europa, le statue degli Evangelisti nella cappella Pappacoda, le decorazioni dell'obelisco di Portosalvo e il monumento funebre di Giovanni Paisiello oggi visibile nella chiesa di Santa Maria Donnalbina. Ha inoltre effettuato un restauro della statua del dio Nilo.

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Angelo Viva sull'Oxford Grove Art.
  2. ^ Note su Angelo Viva su O-presebbio.com.

BibliografiaModifica

  • I Carafa di Rocella;
  • Il monastero di Santa Chiara;
  • Il museo di San Martino a Napoli;
  • Civiltà dell'800: arti figurative.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN102708973 · ISNI (EN0000 0000 7301 1625 · WorldCat Identities (EN102708973