Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'artroscopia temporo-mandibolare è un mezzo di diagnosi e terapia utilizzato per i disturbi e i dolori dell'articolazione temporo-mandibolare.

StrumentazioneModifica

L'artroscopia viene svolta attraverso l'utilizzo di una telecamera miniaturizzata il cui calibro è paragonabile ad un ago da prelievo, in modo tale da non lasciare alcuna cicatrice sul viso.

ProceduraModifica

Oggi viene eseguita in anestesia generale, in modo da poter rilassare completamente il paziente. Attraverso il suo impiego è possibile risolvere dubbi diagnostici e contemporaneamente sbloccare la mandibola, sostituire il liquido sinoviale danneggiato presente all'interno dell'articolazione, eliminare l'effetto ventosa responsabile di molti blocchi articolari, liberare dalle membrane e "ripulire" la cavità articolare. La tecnica da sola non è in grado di risolvere tutti i disturbi articolari, in quanto risulta necessario un inquadramento diagnostico completo del paziente e la terapia è multifattoriale.

Applicazione in ItaliaModifica

Attualmente, in Italia, questa pratica non è molto diffusa per i costi dell'attrezzatura e per il training chirurgico specifico.

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina