L'"autospurgo" è un automezzo speciale, dotato di serbatoi a tenuta stagna, ove mediante pompe di vuoto viene riempito con il liquame prelevato da fosse biologiche, impianti fognari e qualsiasi altro contenitore che necessita di pulizia.

Il principio di funzionamento del sistema di aspirazione è il vuoto, creato da pompe specifiche in grado di risucchiare l'aria presente all'interno della cisterna e di creare cosi il vuoto.

Sono dotati di pompe per la pressurizzazione dell'acqua, alle quali, viene collegata una tubazione con all'estremità dei ugelli dai quali fuoriesce acqua ad alta pressione ( di solito tra 0 e i 300 bar).

La tubazione collegata viene quindi spinta mediante ugelli specifici posti alla testa della tubazione dalla stessa acqua portata in pressione, le tubazioni che si usano sono tubazioni con trecce di acciaio o tubazioni di a trecce di seta, dipende dalle pressini che si vuole utilizzare.

Il servizio di Autospurgo è disciplinato da rigite leggi in materia eco-ambientale, necessitano di autorizzazioni specifiche.

L'utilizzo di questi sistemi e macchinari, sono impiegati per diversi servizi, dal disintasamento di reti fognarie al trasporto di liquami e fanghi ad impianti di depurazione.

Le sub categorie che inglobano questa tipologia di servizio sono molteplici, e spaziano dal disintasamento di reti fognarie occluse da radici o incrostazioni, alla video-ispezione. Quest'ultima consente di visualizzare l'interno delle tubazioni e reti di fognature per permettere delle diagnosi istantanee, visualizzare rotture, perdite, od occlusioni spesso dovute a radici sotterranee; infatti, con le telecamere in miniatura filoguidate è possibile analizzare in tempo reale interni di tubazioni anche di sezione ridotta.

Il flusso video generato dalla telecamera in tempo reale rimanda le immagini a un monitor o schermo di controllo. Il sistema permette anche la registrazione di quanto "visto" dalle telecamere cosi da potere pianificare gli interventi da eseguire successivamente.

Nella categoria "autospurgo" rientrano a pieno titolo anche servizi di pronto intervento per allagamenti, in special modo causati durante i copiosi temporali di mezza stagione, quando i tombini intasati di locali semi interrati non permettono - dato l'alto afflusso di acqua - il defluire delle acque pluviali. Con speciali automezzi si interviene per pompare all'esterno le acque che hanno allagato vani interrati o locali scantinati.

Un'altra branca di questo servizio è lo "spurgo" o svuotamento delle fosse settiche o pozzi neri che di solito si trovano a monte dello scarico dell'allaccio in fognatura. Questi strumenti purificano le acque nere e le fanno decantare in apposite vasche, dove periodicamente con i mezzi dell'autospurgo vengono svuotate. I fanghi di risulta vengono a loro volta portati in discariche autorizzate per essere smaltite a norma di legge.

Un altro servizio fornito dall'autospurgo è quello della pulizia "canal jet", dove per mezzo di potenti getti di acqua ad altissima pressione che arrivano fino a 300 atmosfere si usa disincrostare o disintasare l'interno di tubazioni compromesse da incrostazioni, ruggine e sedimenti.