Barche a vela ad Argenteuil

dipinto di Gustave Caillebotte
Barche a vela ad Argenteuil
Gustave Caillebotte - Sailing Boats at Argenteuil - Google Art Project.jpg
AutoreGustave Caillebotte
Data1888 circa
Tecnicaolio su tela
Dimensioni65×55.5 cm
UbicazioneMuseo d'Orsay, Parigi

Barche a vela ad Argenteuil (Voiliers à Argenteuil) è un dipinto del pittore francese Gustave Caillebotte, realizzato intorno al 1888 e conservato al museo d'Orsay di Parigi.

DescrizioneModifica

Gustave Caillebotte, celebre pittore impressionista nonché munifico mecenate dei suoi colleghi, era anche un rinomato velista. Argenteuil era un villaggio al quale era profondamente affezionato, siccome era lì che si era allenato nei suoi «esordi nautici» nella conduzione di una barca a vela, ovviamente sotto la guida di equipaggi esperti, ed era lì che aveva disputato e vinto le sue prime gare. Una volta acquisita dimestichezza con l'imbarcazione approfondì la sua passione per la nautica e ne fornì anche un'interpretazione pittorica, come in questa tela denominata Barche a vela ad Argenteuil, oggi custodita al museo d'Orsay.[1]

In questo dipinto Caillebotte raffigura una flottiglia di imbarcazioni di diporto dalle candide vele mentre navigano placidamente sulla Senna. Il primo piano viene individuato da un pontile di legno, mentre oltre le barche il fiume è ferito dai piloni di un viadotto ferroviario. Nell'estremo sfondo si dipanano le verdi colline di Sannois e di Orgemont, le quali consentono un'agile identificazione geografica del luogo rappresentato: siamo infatti ad Argenteuil, feudo di Claude Monet ed eldorado degli appassionati della navigazione da diporto.[2]

Questa tela rivela l'ambivalenza stilistica per la quale Caillebotte nei propri dipinti si alterna da una pittura propriamente impressionista a un ordinato accademismo. In Barche a vela ad Argenteuil, infatti, Caillebotte sente l'abbacinante mobilità della luce e degli effetti cromatici: la resa pittorica dell'acqua, delineata da pennellate rapide e corsive, è indubbiamente impressionista. Egli, tuttavia rivela anche uno spiccato senso per la costruttività della composizione, qui impostata su un solido reticolo di linee orizzontali, verticali (il ponte, gli alberi) e diagonali (le vele, il pontile).[2]

NoteModifica

  1. ^ Arte e sport. La vela secondo Gustave Caillebotte, Finestre sull'arte, 17 agosto 2016.
  2. ^ a b (ITFRENDEESPTRUJALZHKO) Voiliers à Argenteuil [Barche a vela ad Argenteuil], Parigi, musée d'Orsay. URL consultato il 2 maggio 2017.

Voci correlateModifica

  Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura