Apri il menu principale

Bartolomeo Burchelati

letterato e storico italiano

Bartolomeo Burchelati o Burchiellati (Treviso, 13 giugno 154829 settembre 1632) è stato un letterato e storico italiano.

Era figlio del mercante Gian Battista e Paola degli Alberti. La famiglia era di origini modeste, ma benestante; considerati, inoltre, gli interessi culturali del padre (era appassionato di musica), il Burchelati ottenne una buona educazione sotto la guida di prestigiosi insegnanti.

Nel 1564 morì il padre e Bartolomeo, primo di sei fratelli, si dovette occupare degli affari di famiglia. Ciò, tuttavia, non interferì troppo con i suoi studi, tanto che nel 1572 si iscrisse alla facoltà di medicina e filosofia dell'università di Padova e, seguito dal celebre Girolamo Mercuriale, ne uscì laureato quattro anni dopo.

Si dedicò prevalentemente alla poesia e all'erudizione. La figura di Bartolomeo Burchelati è legata alla storia urbanistica e architettonica del centro di Treviso. Membro di una influente famiglia, fu proprietario di diversi edifici importanti del centro storico, inclusa la Torre del Visdomino. È da uno scritto di Burchelati (Sconci e rovine di Treviso) che si hanno le prime notizie attendibili sulle vicende storiche del Palazzo Bomben e di Palazzo Caotorta.

Scrisse anche un'opera storica, il Commentariorum memorabilium multiplicis historiae Tarvisinae locuples promptuarium (1616), particolarmente apprezzata dall'erudizione settecentesca.

BibliografiaModifica

  • Agostino Dal Secco, Bartolomeo Burchiellati, storico, poeta ed epigrafista trivigiano dell'estremo Cinquecento, Treviso 1900.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17336400 · ISNI (EN0000 0000 6122 9993 · LCCN (ENn84174830 · GND (DE138091978 · BNF (FRcb12552053d (data) · BAV ADV10140542 · CERL cnp01232147 · WorldCat Identities (ENn84-174830