Batanario

politico romano

Batanario (lingua latina: Bathanarius; ... – 408) fu un politico dell'Impero romano.

BiografiaModifica

Batanario era imparentato col potente generale Stilicone, avendone sposato una sorella.[1]

Ricoprì la carica di Comes Africae a partire almeno dal 401[2] e fino al 408: in quell'anno Stilicone fu messo a morte da Onorio, che diede l'ordine di uccidere anche Batanario, sostituendolo in carica con Eracliano.[1]

Agostino d'Ippona riporta la testimonianza del vescovo Severo di Milevi, il quale aveva pranzato col comes Batanario e lo aveva visto fare un esperimento muovendo un magnete sotto un piatto d'argento su cui era collocato un pezzo di ferro.[3]

NoteModifica

  1. ^ a b Zosimo V 37.6.
  2. ^ Codice teodosiano, ix 42.18a, data il 13 luglio 401.
  3. ^ Agostino d'Ippona, La città di Dio, XXI.4.

BibliografiaModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie