Apri il menu principale

Batone di Sinope

storico e grammatico greco antico

Batone di Sinope (in greco antico: Βάτων ὁ Σινωπεύς, Bátōn ho Sinōpéus; Sinope, seconda metà del III secolo a.C. – ...) è stato uno storico e grammatico greco antico, di epoca ellenistica.

BiografiaModifica

Batone, citato come "retore"[1], dunque interessato soprattutto alla ricerca erudita e letteraria, fu attivo nella seconda metà del III secolo a.C., come si può dedurre dal fatto che con lui avevano polemizzato Polibio[2] ed Eratostene di Cirene (che aveva composto uno scritto Contro Batone). A questo torno di tempo può ricondurre la menzione, nei suoi frammenti, della morte del tiranno Ieronimo di Siracusa nel 215-14 a.C.

OpereModifica

Restano titoli e frammenti[3] di alcune opere. In primo luogo, opere storiografiche, quali un'opera Sulla Persia[4], seguita da opere di interesse locale, come Sui tiranni di Efeso (Περὶ τῶν ἐν Εφέσῳ τυράννων)[5], Su Tessaglia ed Emonia (Περὶ Θεσσαλίας καὶ Αἱμονίας)[6] e Sulla tirannide di Ieronimo (Περὶ τῆς τοῦ Ίερωνύμου τυραννίδος)[7]. Ancora, forse di tipo biografico-grammaticale era un trattato Sul poeta Ione (Περὶ Ϊωνος τοῦ ποιητοῦ)[8].

NoteModifica

  1. ^ Ateneo, XIV 639d.
  2. ^ VII 7.
  3. ^ 8 frammenti in FGrHist 268.
  4. ^ Citata da Strabone, XII, 546C.
  5. ^ In Ateneo, VII 289c.
  6. ^ In Ateneo, XIV 639d.
  7. ^ In Ateneo, VI 251e.
  8. ^ In Ateneo, X 436f.

BibliografiaModifica

  • F. Jacoby (ed.), Die Fragmente der Griechischen Historicher, Berlin-Leiden, Weidmann-Brill, 1923-1998, vol. III A, n. 268, pp. 77–79.

Collegamenti esterniModifica