Apri il menu principale

Bernardo Bembo

umanista italiano

BiografiaModifica

Appartenente all'antica famiglia patrizia dei Bembo, Bernardo svolse numerosi incarichi politici in seno alla Repubblica di Venezia.

Nel 1483, rettore per conto della Serenissima della città di Ravenna con il titolo di Podestà, avviò la costruzione della cella destinata ad accogliere le spoglie mortali di Dante Alighieri, affidandone l'opera allo scultore Pietro Lombardo. Al termine della reggenza il Bembo venne però investito da numerose rimostranze mosse dal consiglio cittadino, appellatosi a Venezia per chiedere giustizia sul suo operato e sulla violazione dei capitoli di dedizione. In particolare la città si lamentava per la manodopera forzata richiesta in violazione dei privilegi di cittadinanza nell'apprestamento di opere difensive e per la violazione dell'asilo ecclesiastico a seguito dell'arresto e dell'esecuzione di un chierico accusato di omicidio che aveva cercato rifugio in una chiesa.

Bernardo Bembo incassò però il sostegno del Consiglio dei Dieci, che lo autorizzò a tradurre in arresto il vicario episcopale della diocesi per punizione contro la scomunica che lo aveva colpito in seguito all'atto sacrilego. Né la comunità ravennate si arrischiò ad inimicarsi più gravemente il patrizio con ulteriori rimostranze.

BibliografiaModifica

  • Berengo, Marino, Il governo veneziano a Ravenna, estratto da: Ravenna in età veneziana, sito “Storia di Venezia”.
  • Angelo Ventura e Marco Pecoraro, «BEMBO, Bernardo», in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 8, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1966.
  • Gianvito Resta, «Bembo, Bernardo», in Enciclopedia Dantesca, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1970.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Bèmbo, Bernardo la voce in Enciclopedie on line, sito "Treccani.it L'Enciclopedia italiana". URL visitato l'8 aprile 2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN28137730 · ISNI (EN0000 0000 6127 6650 · LCCN (ENn85350179 · GND (DE12898113X · BNF (FRcb12068079w (data) · CERL cnp01323423 · WorldCat Identities (ENn85-350179