Bianchetta Genovese

Bianchetta Genovese
Dettagli
SinonimiAlbarola
Paese di origineItalia Italia
Colorebianco
Italia Italia
Regioni di coltivazioneLiguria
DOCVal Polcevera
Golfo del Tigullio
IGTVal di Magra
[1]

La Bianchetta Genovese è un vitigno a bacca bianca autoctono ligure, coltivato nella provincia di Genova, in particolare nel Genovesato e nel Golfo del Tigullio.

CaratteristicheModifica

È caratterizzato da un grappolo conico verde-giallastro di media grandezza, dotato di una grande ala (tanto da sembrare doppio), con una foglia color verde opaco. Gli acini sono medio-piccoli, a forma d'ellisse. La buccia è sottile, di colore bianco-giallastro o bianco-verdastro.

Attitudini enologicheModifica

Produce un vino bianco di colore giallo paglierino scarico, profumo delicato, sapore fresco, secco e leggero, da bere entro il suo primo anno di vita. Si abbina a piatti tipici della cucina ligure, come focaccia, torte e polpettoni, mescciüa, frittata di bianchetti.

Vini ricavatiModifica

In purezza: Val Polcevera Bianchetta Genovese, Golfo del Tigullio-Portofino Bianchetta Genovese.

In uvaggio: Val Polcevera, Golfo del Tigullio-Portofino.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Bianchetta Genovese, su quattrocalici.it. URL consultato il 12 luglio 2014.
  Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Agricoltura