Bill Cosby Talks to Kids About Drugs

Bill Cosby Talks to Kids About Drugs
ArtistaBill Cosby
Tipo albumStudio
Pubblicazione10 novembre 1971
Durata32:33
Dischi1
Tracce11
GenereMusica per bambini
Audiolibro
EtichettaUni Records
Bill Cosby - cronologia

Bill Cosby Talks to Kids About Drugs è un album discografico dell'attore comico statunitense Bill Cosby pubblicato nel 1971 dalla Uni Records (etichetta sussidiaria della MCA Records).

Il discoModifica

Contrariamente alla maggior parte dei dischi di Bill Cosby, Bill Cosby Talks to Kids About Drugs (in italiano "Bill Cosby parla ai ragazzi delle droghe") non è un album parlato prettamente comico, ma piuttosto un disco a scopo didattico inteso per i bambini in modo da insegnare loro come difendersi dai pericoli delle droghe. Le tracce sull'album sono in parte canzoni e in parte pezzi solo parlati. L'album vinse il Grammy Award nel 1972 come "Miglior album di musica per bambini".

Sulla copertina dell'album era presente un adesivo con la scritta recante l'avviso che "parte dei profitti ricavati dalle vendite del disco sarebbero stati devoluti al National Coordination Council on Drug Education di Washington D.C."[1]

Ormai fuori catalogo da decenni, l'album è stato per breve tempo disponibile per lo scaricamento gratuito sul sito Waxy.org. I legali di Cosby sono però riusciti a far rimuovere il download grazie all'invio di una lettera di diffida.[2]

TracceModifica

  1. Introduction - Downers And Uppers
  2. Questions and Answers
  3. Dope Pusher
  4. Bill Talks About Hard Drugs
  5. I Found a Way Out
  6. Order In The Classroom
  7. People Make Mistakes
  8. I Know I Can Handle It
  9. Bill Talks About Pushers
  10. Captain Junkie
  11. Bill and the Kids Sing / Closing

NoteModifica

  1. ^ "A portion of the proceeds from this album will be donated to the National Coordination Council on Drug Education, Washington D.C." - copertina dell'LP
  2. ^ Michael Calore, Waxy vs. The Cos, in Monkey Bites, 3 marzo 2006. URL consultato il 30 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2006).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica