Apri il menu principale
Bob Dylan's Dream
ArtistaBob Dylan
Autore/iBob Dylan
GenerePop
Stilefolk
Edito daColumbia Records
Tempo (bpm)ballad
Esecuzioni notevoliPeter, Paul and Mary
Judy Collins
Pubblicazione
IncisioneThe Freewheelin' Bob Dylan
Data1963
Durata5:03
The Freewheelin' Bob Dylan – tracce
Successiva
Oxford Town

Bob Dylan's Dream - traducibile letteralmente in lingua italiana Sogno di Bob Dylan - è il titolo di una canzone in forma di ballata scritta da Bob Dylan nel 1962.

Il branoModifica

Il brano fa parte del secondo album registrato in studio da Dylan (e il primo con composizioni proprie), The Freewheelin' Bob Dylan, pubblicato nel 1963.

La melodia e alcuni passaggi testuali sono basati sulla ballata tradizionale Lady Franklin's Lament.

Il titolo della canzone è citato sulla copertina dell'album dei Rolling Stones Beggar's Banquet.

Il testo è di contenuto nostalgico e riporta l'autore, che ha qui accenti sentimentali, al tempo trascorso con gli amici folksinger al suo arrivo al Greenwich Village di New York, in attesa di poter visitare in ospedale il suo idolo morente, Woody Guthrie.

Secondo i numerosi biografi di Dylan[senza fonte], la canzone potrebbe essere stata composta in epoca antecedente rispetto a quella conosciuta ufficialmente, ovvero nell'estate del 1961 quando il cantautore - allora ventenne e da poco tempo giunto a New York dal natìo Minnesota - viveva in un piccolo appartamento di MacDougal Street, nel cuore del Village, di proprietà del comedienne Hugh Romney (conosciuto anche come Wavy Gravy).

Dylan e Romney si conobbero al Gaslight Cafe, dove il cantautore si esibiva con una certa regolarità e dove Romney lavorava come direttore artistico.

VersioniModifica

Del brano sono state eseguite diverse cover, fra cui quelle di:

  • The Silkie in You've Got to Hide Your Love Away (1965)
  • Peter, Paul and Mary nell'Album 1700 (1967)
  • Judy Collins in Judy Sings Dylan...Just Like a Woman (1993)
  • Phil Carmen in Bob Dylan's Dream (1996)
  • Michel Montecrossa and the Chosen Few in Eternal Circle (1999)
  • Eric Taylor in A Tribute to Bob Dylan, Volume 3: The Times They Are a-Changin' (2000)
  • Kinky Friedman in Classic Snatches from Europe (2003)

BibliografiaModifica

  • Paul Williams. Bob Dylan. Performing Artist 1960-1973. The Early Years. Omnibus Press, New York 2004 ISBN 1-84449-095-5
  • Clinton Heylin. Bob Dylan. The Recording Sessions 1960-1994. St. Martin Press, New York 1995 ISBN 0-312-13439-8
  • Oliver Trager. Keys to the Rain. The Definitive Bob Dylan Encyclopedia. Billboard Books, New York 2004. ISBN 0-8230-7974-0

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock