Apri il menu principale

Brunetto Chiarelli

Brunetto Chiarelli (Firenze, 15 luglio 1934) è un docente e accademico italiano, studioso di antropologia.

BiografiaModifica

Brunetto Chiarelli nasce a Firenze nel 1934. Dal 1958 al 1959 è assistente volontario alla Cattedra di Anatomia umana all’Università di Firenze. Dal 1962 al 1969 insegna Antropologia ed Ecologia all’Università di Torino, dal 1970 al 1975 è Visiting Professor al dipartimento di Antropologia di Toronto, ove tiene un corso sull’evoluzione umana e partecipa ad un progetto di ricerca, studiando e osservando la popolazione eschimese di Igloolik.

Dal 1979 è docente di Antropologia all'Università di Firenze, nel 1972 fonda e dirige sino al 1986 il Journal Human Evolution. In seguito fonda il Journal Human Evolution, International of Anthropology, organo ufficiale dell'European Antrophological Association. In questo senso, affronta i temi dell’impatto delle nuove biotecnologie sull’uomo e sull’ambiente.

Nel 1993 tiene un corso su "The Ecological Basis of Human diversity" alla University Wales, Bangor. Nel 1997 è direttore del Museo nazionale di Antropologia-Etnologia di Firenze ed ha curato il riordino del Musée de l'Homme di Parigi e lo Smithsonian Museum of Natural History di Washington.[1]

Presidente dell’Associazione antropologica italiana, è membro del comitato editoriale di riviste nel settore antropologico ed ecologico. Studia l’adattamento delle popolazioni umane ad ambienti ecologici diversi, occupandosi anche di popolazioni antiche subfossili come gli egizi e gli etruschi con metodi moderni e attraverso lo studio paleodemografico. È autore di oltre 500 pubblicazioni scientifiche (in italiano, inglese, francese, portoghese) sui problemi di genetica, citogenetica, tassonomia ed evoluzione dei primati, biologia della popolazione e della botanica.

Nella Biblioteca di Scienze dell'Università di Firenze si trova il "Fondo Brunetto Chiarelli": 3.200 volumi donati dallo studioso.

OpereModifica

  • Taxonomic Atlas of Living Primates, Londra, Academic Press, 1972
  • Evolution of the Primates: an Introduction to the Biology of Man, Londra, Academic Press, 1973
  • L'origine dell'uomo. Introduzione all' Antropologia, Bari, Laterza, 1978
  • Origine della socialità e della cultura umana, Bari, Laterza, 1984 (tradotto in portoghese nel 1990 dalla Università della Coimbra)
  • Colombo e la riscoperta dell'America: genocidio, etnocidio, ecocidio, Firenze, Angelo Pontecorboli Editore, 1992
  • Migrazioni. Antropologia e storia di una rivoluzione in atto, Firenze, Vallecchi Ed., 1992
  • Bioetica Globale, Firenze, Angelo Pontecorboli Editore, 1993
  • Man between past and future, Washington, R.Pearson Ed., 1996
  • Firenze la riscoperta delle Americhe, Firenze, Pontercorboli Editore, 2012
  • Il valore della diversità, Pavia, Edizioni Altravista, 2012
  • (insieme a Renzo Bigazzi e Luca Sineo) Lineamenti di antropologia per le scienze motorie, Padova, Piccin-Nuova Libraria, 2012
  • I centri genetici delle piante coltivate. Le origini delle culture e il futuro dell'umanità, Pavia, Edizioni Altravista, 2014
  • La fase acquatica dell'evoluzione umana, Pavia, Edizioni Altravista, 2016

NoteModifica

  1. ^ Brunetto Chiarelli: "L'evoluzione umana è strettamente legata all'evoluzione culturale", su libreriamo.it, febbraio 2013. URL consultato il 18 gennaio 2019.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95318715 · ISNI (EN0000 0001 1078 4601 · GND (DE103386949X · WorldCat Identities (EN95318715