Apri il menu principale
Canto perché non so nuotare...da 40 anni
StatoItalia
Anno2007
CompagniaMassimo Ranieri
GenereMusical
RegiaMassimo Ranieri
SoggettoMassimo Ranieri, Gualtiero Peirce
ProduzioneAnni 60 Produzioni e Cose di Musica
MusicheMassimo Ranieri
CoreografiaFranco Miseria
ScenografiaMassimo Ranieri
CostumiGiovanni Ciacci
LuciMaurizio Fabretti
AudioMassimo Fabrizio
Personaggi e attori
Massimo Ranieri

Canto perché non so nuotare... da 40 anni è uno spettacolo teatrale, tratto da un omonimo doppio album uscito nel 2006, nel quale Massimo Ranieri ripercorre la sua carriera artistica reinterpretando i più bei brani del suo repertorio, intervallati da parti recitate o improvvisate in cui parla della sua vita e della sua carriera artistica.

Accanto ai suoi brani più famosi, da Rose rosse a Se bruciasse la città, da Vent'anni a Erba di casa mia e Perdere l'amore, Massimo Ranieri interpreta nello spettacolo molte canzoni del repertorio classico napoletano e alcune delle canzoni più note di altri cantanti, come Almeno tu nell'universo di Mia Martini e L'istrione di Charles Aznavour. Il disco è impreziosito da duetti con Jenny B, Linda, Simona Bencini e Silvia Mezzanotte.

Una particolarità di questo spettacolo è costituita dal fatto che sia l'orchestra che il corpo di ballo sono composti interamente da donne.

TracceModifica

CD 1Modifica

  1. Vent'anni
  2. Se bruciasse la città
  3. Mi troverai
  4. Ti penso
  5. Ti parlerò d'amore
  6. La vestaglia
  7. La voce del silenzio
  8. Rose rosse
  9. La bellezza della vita
  10. Erba di casa mia
  11. Purissima Lucia
  12. Perdere l'amore

CD 2Modifica

  1. Il cielo in una stanza
  2. L'istrione
  3. Almeno tu nell'universo
  4. La cura
  5. Se stasera sono qui
  6. Un'avventura
  7. Io che amo solo te
  8. Prendi fra le mani la testa
  9. Vita spericolata
  10. Alta marea
  11. La banda
  12. I venti del cuore
  13. Pensieri e parole
  14. La musica è finita

CuriositàModifica

In un'intervista al TG2 Massimo Ranieri ha spiegato il motivo di questo titolo: quando era molto giovane il fratello maggiore lo "minacciava" dicendogli che se non avesse iniziato a cantare, lo avrebbe buttato nelle acque alte; non sapendo nuotare, Ranieri iniziava i suoi precoci concerti ed in tal modo affinava la voce.