Carlo Bonfanti

tuffatore italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo ciclista italiano, vedi Carlo Bonfanti (ciclista).
Carlo Bonfanti
Nazionalità Italia Italia
Tuffi Diving pictogram.svg
Specialità Trampolino, piattaforma alta
Società non conosciuta Nettuno Milano
Statistiche aggiornate al 25 agosto 2018

Carlo Bonfanti (Milano, 7 luglio 1875Valsassina, 7 dicembre 1933) è stato un tuffatore italiano.

BiografiaModifica

Nato a Milano nel 1875, nel 1906 partecipò insieme a Luigi Capra, anche lui della Nettuno Milano, ai Giochi olimpici intermedi di Atene, nell'unica gara, quella della piattaforma.

2 anni dopo, a Londra 1908, all'età di 32 anni, divenne il primo tuffatore italiano a partecipare ad un'Olimpiade ufficiale, nel trampolino, non riuscendo a passare il suo raggruppamento, chiuso al 4º posto su 6 (passavano in semifinale i primi 2) con 65.8 punti[1].

Ai Giochi di Stoccolma 1912 prese parte a due gare: trampolino e piattaforma alta. In entrambe non riuscì a passare il raggruppamento ed accedere alla finale, nella prima chiuse 4º su 4 con 46.81 punti (passavano i primi 2)[2], nella seconda 6º su 7 con 28.5 (passava solo il primo).[3] Nell'occasione fu il più anziano della spedizione italiana alle Olimpiadi svedesi con i suoi 37 anni[4].

Morì in Valsassina, provincia di Lecco, nel 1933, all'età di 58 anni. È stato sepolto al cimitero di Lambrate, ove poi i suoi resti esumati sono stati composti in una celletta.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Trampolino Londra 1908, su sports-reference.com. URL consultato il 25 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Trampolino Stoccolma 1912, su sports-reference.com. URL consultato il 25 agosto 2018.
  3. ^ (EN) Piattaforma alta Stoccolma 1912, su sports-reference.com. URL consultato il 25 agosto 2018.
  4. ^ (EN) Italia Stoccolma 1912, su sports-reference.com. URL consultato il 21 ottobre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Carlo Bonfanti, su Olympedia.  
  • (EN) Carlo Bonfanti, su sports-reference.com, Sports Reference LLC (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2017).