Apri il menu principale

Carlo Lodovico Morozzo

chimico e naturalista italiano
(Reindirizzamento da Carlo Lodovico Morozzo Della Rocca)

Carlo Lodovico di Bianzè (Torino, 5 agosto 1743Collegno, 12 luglio 1804) è stato un chimico e naturalista italiano.

Stemma Morozzo

Conte di Morozzo e Marchese Bianzè, apparteneva all'illustre famiglia dei Morozzo Della Rocca (lo zio Giuseppe Francesco Ludovico fu riformatore dell'Università e sindaco di Torino dal 1747 al 1748).

Attivo nell'epoca che vide il tramonto della teoria del flogisto a favore delle teorie di Lavoisier, Morozzo fu un personaggio discusso, sul quale gli storici diedero giudizi contrastanti: sono discordanti perfino le opinioni sulla sua adesione alle nuove teorie.[1]

Indice

BiografiaModifica

All'età di sedici anni entrò nelle scuole di artiglieria, dove fu allievo di Lagrange. Parallelamente alla carriera militare (nel 1800 divenne consigliere nel Regio Consiglio Supremo di governo) coltivò gli interessi scientifici nei campi più vari, dalle scienze naturali alla fisica e alla chimica. Particolare eco ebbe una relazione presentata nel 1786 all'Accademia delle Scienze sull'esplosione avvenuta presso un fornaio, nella quale analizzava le possibili cause dell'accaduto.[2] Altro lavorio pionieristico fu la memoria presentata su un'analisi svolta da Domenico Morichin sul tessuto di un dente molare fossile ritrovato durante un'escursione.[1]

Fu presidente perpetuo dell'Accademia delle Scienze di Torino.[3]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN313241135 · ISNI (EN0000 0004 4426 6126 · LCCN (ENnb2002000762
  Portale Scienza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza