Ceramica di Mileto

La ceramica detta Miletus venne prodotta in diversi centri in Anatolia fra il XIV e la metà del XV secolo.[1]Questo tipo di ceramica venne scoperto per la prima volta, durante scavi archeologici, negli anni 1930 da Friedrich Sarre a Mileto, da cui presero il nome. Questa ceramiche non venne prodotta a Mileto, ma a İznik e Kütahya.[2][1][3]

Ceramica di Iznik, "Miletus", XIV-XV secolo. Musei archeologici di Istanbul.
Ceramica di Iznik, "Miletus", XV secolo. Musei archeologici di Istanbul

La ceramica Miletus era fabbricata con argilla rossa come base, da un sottile rivestimento ceramico bianco, con disegni semplici in blu, turchese e porpora.[4] I disegni presentavano spezzo raggi solari e vegetali.[1]

La ceramica tipo Miletus venne sostituita, nei primi anni del XV secolo, dalla ceramica di İznik, con l'introduzione di corpi bianchi al posto delle argille rosse. Tuttavia, vi è una certa continuità nei colori utilizzati per la decorazione.[5]

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Nurhan Atasoy e Julian Raby, Iznik: The pottery of Ottoman Turkey, London, Alexandra Press, 1994 [1989], ISBN 978-1-85669-054-6.

Altri progettiModifica