Cesare Baldini

karateka e arbitro di karate italiano
Cesare Baldini
Maestro Cesare Baldini.JPG
Nazionalità Italia Italia
Karate Karate icon.svg
Specialità shotokan
Best ranking 7º Danº
Ruolo arbitro, maestro, presidente
 

Cesare Baldini (Faenza, 1º novembre 1935Teano, 9 aprile 2003) è stato un karateka e arbitro di karate italiano.

Indice

BiografiaModifica

Dipendente della ENICHEM, per motivi di lavoro si trasferisce a Portici, comune della città metropolitana di Napoli e qui, nel 1967, si avvicina alle arti marziali frequentando il Sankaku Napoli, palestra guidata dal maestro Beppe Panada.

Vince il primo campionato regionale di kumite in Campania nel 1970, ma passa ben presto a quella che sente essere la sua passione, l'insegnamento del karate.

Accanto a quest'ultima intraprende la strada dell'arbitraggio, scalando rapidamente i vari livelli e così, nel 1982, primo in Italia e tredicesimo nel mondo, diviene arbitro mondiale di kumite e kata, guadagnando questa qualifica a Taipei.

Nel 1986 diviene presidente regionale della Federazione Italiana Lotta Pesi Judo per il settore karate (poi FILPJK e oggi suddivisa in FIJLKAM e FIPCF), e nel 1996 è eletto coordinatore regionale FILPJK per i quattro settori: lotta, pesi, judo e karate.

Nel 1991 gli viene conferita la Stella al merito sportivo di bronzo dal CONI, e di argento nel 1995.[1] Nel 1999 riceve dalla FILPJK il massimo riconoscimento federale: la Medaglia d'Onore al Merito Sportivo e la qualifica di Maestro Benemerito.

Nel 2001 gli viene conferito il 7º dan di Karate.

Muore a Teano il 9 aprile 2003 dove da tempo si era trasferito.[2][3]

Dal 2004 la famiglia e i Suoi allievi più cari, organizzano il "Memorial Cesare Baldini"che, secondo le volontà del Maestro, raduna i migliori atleti e dirigenti del panorama nazionale e internazionale. Di recente la gara è stata inserita all'interno dell'OPEN CAMPANIA INTERNAZIONALE DI KARATE, organizzata dalla struttura periferica della FIJLKAM,con il patrocinio delle amministrazioni regionali e provinciali.[4]

 
Il maestro Baldini con la squadra del Musokan Portici, Campionato Serie A, 1980, III posto

Musokan PorticiModifica

Nel 1971, insieme al maestro Domenico Pizzano, fonda la palestra Musokan Portici, con prima sede in via Diaz, palestra che diventerà ben presto un centro di diffusione del Karate in Campania.

Fra i risultati agonistici più significativi della palestra si ricordano: prima classificata nel campionato di serie B, anno 1979 (maschile) e anno 1988 (femminile), vincitrice del Trofeo Italia nel 1980. Oltre a innumerevoli titoli regionali, Il Musokan Portici vanta, fra individuali e a squadra, 14 ori italiani, un argento europeo, un argento mondiale.

RiconoscimentiModifica

 
Stella d'argento al Merito Sportivo
 
Stella di bronzo al Merito Sportivo

NoteModifica

FontiModifica