Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chimarrogale
Missing Soricidae.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Soricomorpha
Famiglia Soricidae
Sottofamiglia Soricinae
Tribù Nectogalini
Genere Chimarrogale
Anderson, 1877
Specie

Vedi testo

Chimarrogale (Anderson, 1877) è un genere di toporagni della famiglia dei Soricidi.

Indice

DescrizioneModifica

DimensioniModifica

Al genere Chimarrogale appartengono toporagni di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 80 e 135 mm, la lunghezza della coda tra 60 e 126 mm e un peso fino a 43 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarieModifica

Il cranio presenta una scatola cranica larga ed appiattita. Il terzo molare superiore è notevolmente ridotto. Sono presenti tre denti superiori unicuspidati.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 1 1 3 3 1 1 3
3 1 1 1 1 1 1 3
Totale: 28
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

AspettoModifica

La pelliccia è fine, densa e soffice, resistente all'acqua. Le parti dorsali variano dal grigio ardesia al nerastro cosparse particolarmente sulla groppa di peli più lunghi argentati, mentre le parti ventrali sono bianche o grigio chiare. Il muso è lungo, appuntito e con delle zone rigonfie sui lati dove sorgono le vibrisse, gli occhi sono piccoli. Le orecchie sono ridotte, nascoste nella pelliccia e con un valvola antitragale che chiude il meato uditivo durante le immersioni. La coda è lunga circa quanto la testa ed il corpo, è scura sopra e più chiara sotto ed è densamente ricoperta di peli. I piedi sono ben sviluppati, una frangia di setole appiattite si estende su ogni lato delle zampe fino alle dita. Le femmine hanno tre paia di mammelle inguinali.

DistribuzioneModifica

Il genere è diffuso dall'India settentrionale fino alla Cina centrale e meridionale, Taiwan, Giappone e Indocina.

TassonomiaModifica

Il genere comprende 5 specie.[2]

Recenti studi filogenetici hanno ripristinato il genere Crossogale per tre forme che erano state precedentemente assegnate a questo genere[3]

NoteModifica

  1. ^ Novak, 1999.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Chimarrogale, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Abramov AV, Bannikova AA, Lebedev VS & Rozhnov VV, Revision of Chimarrogale (Lipotyphla: Soricidae) from Vietnam with comments on taxonomy and biogeography of Asiatic water shrews, in Zootaxa, vol. 4232, nº 2, 2017, pp. 216-230.

BibliografiaModifica

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi