Apri il menu principale

Christen Gran Bøgh

avvocato norvegese
Christen Gran Bøgh

Christen Gran Bøgh (Bergen, 11 giugno 1876Bergen, 4 settembre 1955) è stato un avvocato norvegese.

BiografiaModifica

Era il figlio dello storico Johan Bøgh (1848–1933), e di sua moglie, Wenche Gran (1852–1916)[1]. Era il fratello di Albert Vilhelm Bøgh[2]. Da parte di padre era un pronipote di Lyder Sagen e da parte di madre era un pronipote di Jens Gran, Christen Knagenhjelm Gran e di Gerhard Gran.

Nel 1906 sposò Ragndid Somme Gude (1880-1966), figlia dell'avvocato Ove Hoegh Gude[1].

CarrieraModifica

Nel 1894 iniziò a studiare medicina, ma dopo cinque semestri, iniziò a studiare legge, laureandosi nel 1902. Nel 1928 organizzò la Mostra Nazionale nella sua città natale. Si sarebbe dedicato alla promozione e il marketing turistico per il resto della sua carriera. Nel 1953 amministrò la prima edizione del Festival Internazionale di Bergen[1].

Fu anche un critico teatrale prolifico in un certo numero di giornali, così come redattore del Bergens Tidende per alcuni anni nonché un membro del consiglio comunale di Bergen[1].

MorteModifica

Morì il 4 settembre 1955 a Bergen[1].

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (NO) Gunnar Hagen Hartvedt, Christen Gran Bøgh, in Helle, Knut (a cura di), Norsk biografisk leksikon, vol. 2, Oslo, Kunnskapsforlaget, 2000. URL consultato il 23 marzo 2009.
  2. ^ (NO) Trond Indahl, Johan Bøgh, in Helle, Knut (a cura di), Norsk biografisk leksikon, vol. 2, Oslo, Kunnskapsforlaget, 2000. URL consultato il 23 marzo 2009.