Colica

definisce una forma specifica di percezione del dolore
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Colica
Cruikshank - The Cholic.png
The cholic (1819) George Cruikshank.
Specialitàpediatria, urologia e gastroenterologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-10R10.4
MeSHD003085

La colica o dolore colico definisce una forma specifica di percezione del dolore caratterizzata da accessi parossistici intervallati da periodi di remissione. Come sintomo caratteristico di affezioni degli organi cavi, il dolore è presente nelle fasi di contrazione del viscere, mentre la remissione nelle fasi di rilassamento; essendo la contrazione di organi cavi un processo che va incontro a "stanchezza", tra un attacco di colica e un altro sono generalmente presenti periodi più lunghi di assenza di dolore. Generalmente si risolve spontaneamente una volta che sia stata rimossa la causa scatenante[1][2][3].

TipologiaModifica

Le forme più comuni di colica sono:

In veterinariaModifica

Le coliche sono una causa di morbidità e di mortalità alta nei cavalli,[4] spesso causata dall'ingestione di sabbia.[5]

NoteModifica

  1. ^ Nuti, Caniggia, pp. 44, 2005.
  2. ^ Dionigi, pp. 662, 2006.
  3. ^ colica, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  4. ^ Egenvall A, Penell J, Bonnett BN, Blix J, Pringle J., Demographics and costs of colic in Swedish horses., in J Vet Intern Med., vol. 22, 2008.
  5. ^ Kendall A, Ley C, Egenvall A, Bröjer J., Radiographic parameters for diagnosing sand colic in horses, in Acta Vet Scand., vol. 13, 2008.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 1962 · LCCN (ENsh85000111 · GND (DE4164648-4
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina