Colpo di Stato in Etiopia del 1928

Colpo di Stato etiope del 1928
Datasettembre 1928
LuogoAddis Abeba, Etiopia
EsitoVittoria dei sostenitori di Tafari Makonnen
Schieramenti
Esercito fedele a Zauditù d'EtiopiaEsercito fedele a Tafari Makonnen
Voci di colpi di Stato presenti su Wikipedia

Il colpo di Stato in Etiopia del 1928 fu un tentativo dei sostenitori dell'imperatrice Zauditù d'Etiopia di scalzare il suo erede apparente e principe ereditario Tafari Makonnen. Con la dipartita di Tafari, Zewditu sarebbe rimasta l'unica regnante dell'Impero etiope (Mangista Ityop'p'ya).

Gli eventiModifica

Nel settembre del 1928, ad Addis Ababa, un gruppo di reazionari portò avanti un piano per porre sul trono la sola imperatrice liberandosi del suo erede. Il gruppo includeva diversi cortigiani di Zauditù. Il colpo di Stato fu tragico nelle sue origini e comico al suo termine.

 
Il mausoleo di Menelik II con le tombe di Taytu Betul (a sinistra) e quella di Zauditù (a destra) aggiunte in seguito.

Quando il confronto con le truppe di Tafari fu inevitabile, i capi del colpo di Stato ebbero paura e si rifugiarono nei sotterranei del palazzo, nel mausoleo di Menelik II. Tafari ed i suoi uomini li circondarono ma a loro volta vennero circondati dalla guardia personale di Zauditù.[1] L'esercito di Tafari intervenne a salvare la situazione e questo era inoltre molto meglio equipaggiato di quello dell'imperatrice con fucili nuovi appena importati, cannoni, mitragliatrici e persino un carro armato. Il carro armato, un Fiat 3000, era stato donato all'imperatrice Zuaditù dal Duca degli Abruzzi durante una sua visita alcuni anni prima.[2]

Alla fine, la superiorità delle armi delle forze in supporto a Tafari decise la vittoria in suo favore.[3]

NoteModifica

  1. ^ Marcus, pp. 127-128
  2. ^ Time Magazine, Smooth Show
  3. ^ Marcus, p. 128

BibliografiaModifica

  • Translated and Annotated by Edward Ullendorff Haile Selassie I, My Life and Ethiopia's Progress: The Autobiography of Emperor Haile Selassie I, King of Kings and Lord of Lords, Volume I: 1892-1937, Chicago, Research Associates School Times Publications, 1999, p. 338, ISBN 0-948390-40-9.
  • Edited by Harold Marcus with others and Translated by Ezekiel Gebions with others Haile Selassie I, My Life and Ethiopia's Progress: The Autobiography of Emperor Haile Selassie I, King of Kings and Lord of Lords, Volume II, Chicago, Research Associates School Times Publications, 1999, p. 190, ISBN 0-948390-40-9.
  • Harold G. Marcus, A History of Ethiopia, London, University of California Press, 1994, p. 316, ISBN 0-520-22479-5.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Smooth Show, su Time Magazine, 21 gennaio 1935. URL consultato il 1º gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2012).
  Portale Africa Orientale: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Africa Orientale