Apri il menu principale

Comete (figlio di Testio)

personaggio della mitologia greca, figlio di Testio
Comete
SagaCinghiale calidonio
Nome orig.Κομήτης
SessoMaschio

Comete (in greco antico: Κομήτης, Kométēs) è un personaggio della mitologia greca, figlio di Testio e fratello di Leda[1], Altea e Protoo[2].

MitologiaModifica

Comete è uno dei due figli di Testio citati da Pausania come partecipanti alla caccia del cinghiale calidonio[2] e che, come il fratello Protoo, non fu ucciso da Meleagro per aver strappato la pelle del dorso del cinghiale dalle mani di Atalanta.
L'uccisione successe invece a Plessippo e Tosseo, quest'ultimo citato come figlio di Testio solo da Ovidio[3] mentre Plesippo viene citato anche da Apollodoro[4].

Probabilmente Comete è anche il padre di Asterio, un pelopide che diventò uno degli Argonauti[5][6], questo perché sua moglie dovrebbe essere stata Antigone che viene citata come madre di Asterio da Igino[7].

NoteModifica