Apri il menu principale

Il Consensus è una pratica diffusasi in seno alle Nazioni Unite per evitare che il processo decisionale sia pregiudicato dalla necessità di conseguire unanimità di difficile approdo.

Indice

ModalitàModifica

Trattasi di un'approvazione di una determinata risoluzione senza una votazione formale tramite una dichiarazione in precedenza concertata tra gli Stati del presidente a capo dell'Organo in questione che riconosce semplicemente l'accordo tra i membri. L'accordo generalizzato è constatato dal presidente dell'organo interessato mediante la formula "Is there any objection? If not, it is so approved" [C'è qualche obiezione? Se no, è così approvato].

Questa pratica è stata criticata da ampia dottrina per alcuni aspetti: ad esempio i contenuti vaghi e spesso di compromesso[1]. La ricerca della volontà del collegio, che approva in tal modo la risoluzione, si sposta quindi sulla lettura delle dichiarazioni lasciate a verbale dalle varie delegazioni presenti.

NoteModifica

  1. ^ Così Conforti Benedetto, Diritto Internazionale, VII, Napoli, Editoriale Scientifica, 2006, p. 131, ISBN 88-89373-97-0.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE4010504-0
  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto