Apri il menu principale

Cooperatori parrocchiali di Cristo Re

I Cooperatori Parrocchiali di Cristo Re (in latino Congregatio Cooperatorum Paroecialium Christi Regis) sono un istituto religioso maschile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione clericale pospongono al loro nome la sigla C.P.C.R.[1]

Cenni storiciModifica

La congregazione venne fondata dal sacerdote catalano Francisco de Paula Vallet (1883-1947): tra il 1923 e il 1927 si dedicò assiduamente alla predicazione degli esercizi spirituali secondo il metodo di sant'Ignazio di Loyola e il 3 maggio 1928 decise di dare inizio a Barcellona a un nuovo istituto, interamente consacrato a tale missione.[2]

La prima casa dell'istituto venne aperta a Salto, in Uruguay, e nel 1934 la sede principale venne trasferita a Valence, in Francia.[2]

I Cooperatori non possiedono chiese od oratori pubblici, ma erercitano il loro apostolato nelle chiese parrocchiali. Osservano con particolare rigore il voto di povertà: vivono di elemosina e, in caso di necessità, possono questuare, non possono ricevere compensi per il loro ministero e non possono accettare eredità.[2]

L'istituto ottenne il riconoscimento di congregazione di diritto pontificio con il decreto del 23 giugno 1979.[1]

Attività e diffusioneModifica

La principale missione dei Cooperatori continua ad essere l'evangelizzazione degli adulti, soprattutto attraverso la predicazione degli esercizi spirituali.[1]

Sono presenti in Argentina, Cile, Francia, Repubblica Democratica del Congo, Spagna, Svizzera e Uruguay;[3] la sede generalizia è a Pozuelo de Alarcón, presso Madrid.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 8 case e 71 religiosi, 30 dei quali sacerdoti.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Ann. Pont. 2007, p. 1494.
  2. ^ a b c DIP, vol. III (1976), coll. 124-125, voce a cura di P. Cujó Gallart.
  3. ^ Coopérateurs Paroissaux du Christ-Roi, su cpcr.org. URL consultato il 30 dicembre 2009.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo