Apri il menu principale

Coppa Europa di Formula 3 1990

Europa Coppa Europa di Formula 3 1990
Titolo assegnato in gara unica
Circuit Le Mans Bugatti.png
Data 23 settembre 1990
Luogo Circuito Bugatti, Le Mans, Francia
Percorso 4,43 km
Circuito stradale
Distanza 22 giri, 97,46 km
Clima pioggia prima della gara
Risultati
Pole position Giro più veloce
Germania Michael Schumacher Germania Michael Schumacher
West WTS Racing in 1.39,36 West WTS Racing in 1.56,27 (137,163 km/h)
Podio
1. Italia Alessandro Zanardi
RC Motorsport
2. Italia Mirko Savoldi
Italracing F3
3. Francia Yvan Muller
Allan Howell

La Coppa Europa di Formula 3 1990 (FIA Formula 3 Europa Cup 1990) è stata una competizione automobilistica di Formula 3 che si disputò il 23 settembre 1990 sul Circuito Bugatti di Le Mans. Fu la sesta volta, dopo che nel 1985 era stato abolito il campionato europeo, che il titolo continentale si attribuiva in una sola gara.

ContestoModifica

Manifestazione era ormai in declino per scarsità di partecipanti (il parco partenti era di solo undici vetture, meno della metà di quelli che avevano preso parte all'edizione precedente), ma comunque vedeva un'interessante sfida fra i migliori italiani e più forti tedeschi, capitanati dal fresco campione di Germania Michael Schumacher, con l'aggiunta dei francesi Yvan Muller e Jerome Policand.

PartecipantiModifica

fonte:http://www.formel3guide.com[1]

No Pilota Team Telaio Motore
1 Domenico Schiattarella Forti Corse Dallara 390 Alfa Romeo
2 Mirko Savoldi Italracing F3 Dallara 390 Alfa Romeo
3 Alessandro Zanardi RC Motorsport Dallara 390 Alfa Romeo
5 Michael Schumacher West WTS Racing Reynard 903 Volkswagen+Opel
6 Otto Rensing Volkswagen Motorsport Ralt RT34 Volkswagen
7 Jörg Müller ONS Nachwuchsteam - Bongers Motorsport Reynard 903 Volkswagen
15 Massimiliano Angelelli Venturini Racing Dallara 390 Alfa Romeo
21 Yvan Muller Allan Howell Ralt RT34 Alfa Romeo
24 Jerome Policand Jacky Carmignon Dallara 390 Alfa Romeo
43 Roberto Colciago Prema Racing Reynard 903 Alfa Romeo
48 Fabiano Vandone Forti Corse Dallara 390 Alfa Romeo

Note:

  • numero 6 dns Neustart
  • numero 7 dns 1.42,47
  • numero 15 dns Neustart

QualificheModifica

fonte:http://www.formel3guide.com[1]

Pos Pilota Vettura Tempo Distacco
1 5 Michael Schumacher Reynard 903 1.39,36
2 15 Massimiliano Angelelli Dallara 390 1.39,69 +0,33 s
3 3 Alessandro Zanardi Dallara 390 1.39,96 +0,60 s
4 1 Domenico Schiattarella Dallara 390 1.40,13 +0,77 s
5 2 Mirko Savoldi Dallara 390 1.40,24 +0,88 s
6 43 Roberto Colciago Reynard 903 1.40,27 +0,91 s
7 21 Yvan Muller Ralt RT34 1.40,40 +1,04 s
8 6 Otto Rensing Ralt RT34 1.40,78 +1,42 s
9 24 Jerome Policand Dallara 390 1.41,04 +1,68 s
10 48 Fabiano Vandone Dallara 390 1.42,20 +2,84 s

GaraModifica

ResocontoModifica

Il campione di Germania Michael Schumacher adottò un comportamento scorretto per tutta la durata della manifestazione e si fece notare per un increscioso comportamento al via, quando pur di non farsi superare da Alex Zanardi e Massimiliano Angelelli, che lo avevano affiancato con una mossa che poi perfeziono in F1 (ad Adelaide nel 1994 con Damon Hill e con Jacques Villeneuve a Jerez nel 1997) buttò fuori i suoi rivali, rimanendo però a sua volta coinvolto. Uscito di strada, notato che la sua Reynard era danneggiata in modo irreparabile e notato che il direttore di corsa non aveva esposto la bandiera rossa per sospendere la gara, rimontò sulla sua monoposto e la parcheggiò in mezzo alla pista in modo da obbligare la direzione a interrompere la gara, cosa che gli avrebbe permesso di riprendere il via con il muletto. Una volta ripartiti vinse facilmente la gara davanti a Zanardi anche perché prima del via si era scatenato un acquazzone e al bolognese avevano nella fretta montato un alettone da pista veloce che gli rese inguidabile la sua Dallara.

A fine corsa su consiglio di Guido Forti il team di Zanardi (la RC Motorsport) fece reclamo contro Schumacher perché aveva fatto il primo via con una Dallara-Opel, e il secondo con una Dallara-Volkswagen (il team WTS per cui correva il tedesco alternava le due vetture durante l'anno). La cosa non era permessa dal regolamento e nemmeno i commissari lo sapevano, tant'è che accolsero il reclamo ridacchiando. Ma mezz'ora dopo con i musi lunghi dovettero squalificare Schumacher e dichiarare vincitore Zanardi.

RisultatiModifica

fonte:http://www.formel3guide.com[1]

Pos Pilota Vettura Giri Tempo/Ritiro Pos.
Griglia
1 3 Alessandro Zanardi Dallara 390 22 43.28,86 134,486 km/h 3
2 2 Mirko Savoldi Dallara 390 22 43.50,67 5
3 21 Yvan Muller Ralt RT34 22 44.00,95 7
4 24 Jerome Policand Dallara 390 22 44.23,17 9
5 48 Fabiano Vandone Dallara 390 22 44.39,62 10
DSQ 5 Michael Schumacher Reynard 903 22 43.12,78 135,320 km/h
ripartito alla 2ª partenza con motore diverso dalla prima
1
NC 1 Domenico Schiattarella Dallara 390 17 34.03,46 4
NC 43 Roberto Colciago Reynard 903 11 23.04,85 6
  • giro più veloce: Michael Schumacher in 1.56,27 (137,163 km/h)

NoteModifica

  1. ^ a b c Copia archiviata (PDF), su formel3guide.com. URL consultato il 2 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Collegamenti esterniModifica