Coppa Intercontinentale 1994

edizione del torneo calcistico
Coppa Intercontinentale 1994
Toyota Cup 1994
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 33ª
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 1º dicembre 1994
Luogo Tokyo, Giappone
Partecipanti 2
Impianto/i National Stadium
Risultati
Vincitore Vélez Sarsfield
(1º titolo)
Statistiche
Miglior giocatore Argentina Omar Asad
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1993 1995 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1994 (denominata anche Toyota Cup 1994 per ragioni di sponsorizzazione) è stata la trentatreesima edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores.

AvvenimentiModifica

L'edizione del trofeo decisa in gara unica a Tokyo vide contendersi il titolo gli argentini del Vélez Sarsfield e gli italiani del Milan alla seconda partecipazione consecutiva, quest'anno dopo la vittoria in Coppa dei Campioni contro il Barcellona e nettamente favorito alla vigilia per la conquista del trofeo[1].

L'incontro vede un primo tempo sostanzialmente equilibrato e privo di grandi emozioni[2]. L'inizio della seconda frazione di gioco vede invece consumarsi uno degli episodi decisivi del match: il portiere paraguayano Chilavert compie un grande intervento su Massaro; sul successivo rilancio Pompei viene atterrato in area da Costacurta, e la squadra argentina si procura così il vantaggio su rigore trasformato da Trotta. Sette minuti dopo, fallita una nuova occasione ancora con Massaro, il Milan subisce il secondo gol: un corto passaggio all'indietro di Costacurta all'indirizzo di Rossi viene intercettato da Asad che mette in rete da posizione angolata. Gli attacchi finali non riescono a riportare la squadra rossonera al pareggio, e solo un'uscita di Rossi su Bassedas evita la terza marcatura argentina[2]. A quattro minuti dal termine l'espulsione di Costacurta (fallo da ultimo uomo su Asad) segna la fine della partita[1].

Il trofeo fu così vinto per la prima volta dal Velez (con la seguente seconda sconfitta consecutiva dei milanisti), ed Asad, autore della seconda marcatura, venne premiato come miglior giocatore della partita.

Nel 2017, la FIFA ha equiparato i titoli della Coppa del mondo per club e della Coppa Intercontinentale, riconoscendo a posteriori anche i vincitori dell'Intercontinentale come detentori del titolo ufficiale di "campione del mondo FIFA", inizialmente attribuito soltanto ai vincitori della Coppa del mondo per club.[3][4][5]

TabellinoModifica

Tokyo
1º dicembre 1994, ore 19:15 UTC+9
Milan  0 – 2
referto
  Vélez SarsfieldStadio Nazionale di Tokyo (47.886 spett.)
Arbitro:   José Torres Cadena

Milan
Vélez Sársfield
Milan
P 1   Sebastiano Rossi  
D 2   Mauro Tassotti
D 3   Paolo Maldini
C 4   Demetrio Albertini  
D 5   Alessandro Costacurta  
D 6   Franco Baresi (C)
C 7   Roberto Donadoni
C 8   Marcel Desailly
C 9   Zvonimir Boban   60’
A 10   Dejan Savićević     86’
A 11   Daniele Massaro
Sostituzioni:
D 14   Christian Panucci   86’
A 16   Marco Simone     60’
Allenatore:
  Fabio Capello
Vélez Sarsfield
P 1   José Luis Chilavert
D 2   Roberto Trotta (C)  
D 3   Raúl Cardozo
D 4   Héctor Almandoz  
D 6   Víctor Sotomayor
C 5   Marcelo Gómez  
C 7   Christian Bassedas
C 8   José Basualdo
C 10   Roberto Pompei
A 9   Omar Asad  

 

A 11   José Oscar Flores
Allenatore:
  Carlos Bianchi

VerdettiModifica

Miglior giocatoreModifica

Giocatore Squadra
    Omar Asad[6] Vélez Sarsfield

NoteModifica

  1. ^ a b Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, n. 27, febbraio 1999, p. 76.
  2. ^ a b L. Granello, Costacurta sbaglia tutto, in repubblica.it, 2 dicembre 1994. URL consultato il 23 maggio 2018.
  3. ^ Cfr. (EN) FIFA Council approves key organisational elements of the FIFA World Cup, Fédération Internationale de Football Association, 27 ottobre 2017. URL consultato il 16 gennaio 2018.; (EN) FIFA Club World Cup 2017: Statistical Kit (PDF), Fédération Internationale de Football Association, pp. 15, 40-42. URL consultato il 16 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2017).; Mondiale per club: il Real cerca l'allungo, su it.uefa.com, 13 dicembre 2017.
  4. ^ Sebbene non promuova l'unificazione statistica dei tornei, la FIFA è l'unica organizzazione con giurisdizione mondiale al di sopra delle confederazioni continentali e quindi, l'unica che può conferire un titolo di tale livello, ergo, il titolo assegnato dalla stessa federazione mondiale ai vincitori della Coppa Intercontinentale è formalmente un titolo mondiale FIFA, cfr. (EN) Approval for Refereeing Assistance Programme and upper altitude limit for FIFA competitions, su fifa.com, 15 dicembre 2007.; (EN) FIFA, FIFA Statutes, April 2016 edition (PDF), su resources.fifa.com, aprile 2016, p. 19.
  5. ^ Cfr. (ES) FIFA acepta propuesta de CONMEBOL de reconocer títulos de copa intercontinental como mundiales de clubes, su conmebol.com, 29 ottobre 2017.; (ES) La FIFA reconoció de manera oficial a la Copa Intercontinental, su diariovivo.com, 27 ottobre 2017.; (ES) FIFA reconoce Intercontinentales como Mundiales, su espndeportes.espn.com, 27 ottobre 2017.
  6. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio