Nella mitologia greca, Cranone era il nome di uno dei figli di Pelasgo e un pretendente di Ippodamia[1].

Il mitoModifica

Cranone era nato nel Peloponneso ma crescendo viaggiò fino alla Tessaglia dove incontrò Ippodamia e si innamorò di lei. Per ottenere la sua mano doveva vincere una gara con il carro, ma durante la sfida rimase ucciso, i cittadini allora per commemorarlo decisero di cambiare nome alla città della Tessaglia da Efira a Cranone.

Interpretazione e realtà storicaModifica

In quell'epoca esistevano molte città con il nome di Efira, fra le più famose vi era anche Corinto.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pausania, Periegesi della Grecia VI, 21.8 e seguito, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.

BibliografiaModifica

ModernaModifica

  • Luisa Biondetti, Dizionario di mitologia classica, Milano, Baldini&Castoldi, 1999, ISBN 88-8089-725-X.
  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca