Curvatrice

Una curvatrice è una macchina utensile a deformazione, composta essenzialmente da tre rulli disposti a triangolo di cui almeno uno regolabile nella sua posizione. La funzione della curvatrice è quella di curvare qualsiasi sezione allungata diritta.

La curvatura avviene facendo traslare la sezione attraverso tre rulli la cui posizione crea interferenza. Maggiore è l'interferenza creata dalla posizione dei tre rulli, maggiore risulterà l'entità della curvatura della sezione allungata. Si può dire che il raggio di curvatura risultante è inversamente proporzionale all'interferenza creata dai rulli al passaggio della sezione.

La curvatrice è stata inventata agli inizi del novecento come un'attrezzatura rudimentale per la costruzione delle ruote per automobili ed ha subito continue trasformazioni che l'hanno resa una vera e propria macchina utensile adatta alla curvatura di qualsiasi sezione metallica più o meno complessa.

Le curvatrici a controllo numerico permettono la curvatura a raggio variabile, una lavorazione consentita dalla continua regolazione di almeno uno dei tre rulli durante il passaggio della barra.

Voci correlateModifica

  Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria