Apri il menu principale

Cutis verticis gyrata

condizione medicha
Cut is vertices grata new image.jpg

Cutis verticis gyrata (CVG) è una condizione patologica della pelle, di solito associata ad ispessimento del cuoio capelluto[1]. La condizione è stata riportata da Alibert nel 1837[2], che lo chiamò cutis sulcata[3]. Una descrizione clinica della condizione è stata fornita nel 1843 ed è stato nominato da Unna nel 1907[4]. È stato anche chiamata sindrome di Robert-Unna, cuoio da bulldog, pelle ondulata, cutis verticis plicata, e pachidermia verticis gyrata[5].

Chi ne soffre mostra pieghe visibili, creste o solchi sulla superficie della parte superiore del cuoio capelluto[6]. Il numero di pieghe può variare da 2 a circa 10 e sono tipicamente morbide e soffici. Queste pieghe non possono essere corrette con la pressione. La condizione colpisce in genere le regioni centrali e posteriori del cuoio capelluto, ma a volte può coinvolgere l'intero cuoio capelluto.

La perdita dei capelli può verificarsi nel corso del tempo durante il quale il cuoio capelluto si addensa, anche se i capelli all'interno di qualsiasi solco rimane normale. Finora, a causa della rarità della condizione, esiste una ricerca limitata e le cause sono ancora indeterminate. Quello che si sa, è che la condizione non è esclusivamente congenita.

NoteModifica

  1. ^ James, William; Berger, Timothy; Elston, Dirk (2005). Andrews' Diseases of the Skin: Clinical Dermatology (10th ed.). Saunders. p. 572. ISBN 0-7216-2921-0.
  2. ^ Tan O, Ergen D (July 2006). "Primary essential cutis verticis gyrata in an adult female patient: a case report". J. Dermatol. 33 (7): 492–5. doi:10.1111/j.1346-8138.2006.00116.x. PMID 16848824
  3. ^ Article, su scholar.valpo.edu.
  4. ^ Unna PG. Cutis verticis gyrata. Monatschr Prakt Derm. 1907. 45:227-33.
  5. ^ Levine, Norman (2004). Dermatology Therapy A-Z Essentials. Berlin New York: Springer. p. 166. ISBN 978-3-540-00864-4.
  6. ^ Rapini, Ronald P.; Bolognia, Jean L.; Jorizzo, Joseph L. (2007). Dermatology: 2-Volume Set. St. Louis: Mosby. p. 1502

Altri progettiModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina