Apri il menu principale
San Demetriano

Patriarca di Antiochia

 
MorteBendosapore, 261
Venerato dachiesa cattolica e chiesa orientale
Ricorrenza10 novembre
Attributibastone pastorale, palma, mitria, bibbia o vangelo

San Demetriano di Antiochia (anche Demetrio) (... – Bendosapore, 260/261) è stato un vescovo siro, venerato dalla chiesa cattolica e dalla chiesa orientale, vescovo di Antiochia dal 253 al 261.

Demetriano
vescovo
Incarichi ricopertivescovo di Antiochia
 
Deceduto261 ca., a Bendosapore
 

BiografiaModifica

Demetriano è stato il 14º vescovo di Antiochia. Ne fu il rettore nel 253 proprio nell'epoca in cui Sapore I conquistò la città e esiliò il suo imperatore Valeriano. In quell'occasione il nostro vescovo fu incatenato e portato come trofeo di guerra a Babilonia e poi spostato a Bendosapore e quindi esiliato con i suoi diaconi Eustosio e Aniano. Demetriano morì il 10 novembre del 260 o 261 per stenti nelle prigioni di Bendonsapore. La leggenda narra che il Santo prima di morire fece cenno di benedizione e di massima effusione spirituale in direzione della sua città episcopale: Antiochia. Più tardi il santo Vescovo Maruta raccoglierà i corpi di San Demetriano e compagni per seppellirli nella basilica in seguito costruita a Martiropoli (l'odierna Silvan in Turchia).

BibliografiaModifica

  • Demetriano, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Collegamenti esterniModifica