Direcția Generală Anticorupție

Direcția Generală Anticorupție
Direzione Generale Anticorruzione
StatoRomania Romania
TipoAgenzia governativa
Polizia federale
Istituito2005
Direttore GeneraleQuestore Jănică Arion Țigănașu
SedeBucarest
Sito webwww.mai.gov.ro/index07_2.htm

La Direcția Generala Anticorupție, denominata DGA (in italiano: Direzione Generale Anti-corruzione) è un'agenzia governativa della Romania subordinata al ministero degli Interni e della Riforma Amministrativa, con il compito di prevenire e indagare sui reati di corruzione, i reati e il comportamento tra il personale del Ministero.

StoriaModifica

La Direzione Generale Anticorruzione è stata istituita dalla Legge 161/2005 come struttura specializzata per la prevenzione e lotta contro la corruzione all'interno del Ministero dell'Amministrazione e dell'Interno (MoAI).

La creazione della Direzione Generale Anticorruzione è stata sostenuta dall'Unione europea, con l'assistenza di esperti provenienti da Spagna e Regno Unito.

MissioniModifica

La missione della DGA è focalizzata sulla prevenzione e lotta contro i reati di corruzione condotte dal Ministero dell'Amministrazione e del personale interno. Inoltre, la Direzione Generale Anticorruzione collabora con organizzazioni pubbliche e private con responsabilità nella prevenzione e nella lotta alla corruzione.

Nel corso delle indagini il personale della DGA è stato legalmente tenuto a rispettare i principi di obiettività, riservatezza e imparzialità, nonché i diritti umani e le libertà civili.

Un altro obiettivo della Direzione Generale Anticorruzione che sta anticipando e identificando i fattori di rischio e vulnerabilità del sistema in materia di reati connessi alla corruzione.

DoveriModifica

La Direzione generale per la lotta alla corruzione ha il compito di:

  • Adottare le misure operative specifiche per prevenire, fornire informazioni su e la lotta contro i reati connessi alla corruzione perpetrati dal personale MoAI;
  • Ricevere le denunce/petizioni dei cittadini sui reati di corruzione presumibilmente perpetrati dal personale MoAI;
  • Svolgere specifiche attività di pubbliche relazioni;
  • Svolgere attività di polizia giudiziaria, ai sensi di legge;
  • Verificare l'integrità professionale del personale MoAI;
  • Stabilire rapporti internazionali di collaborazione, a seconda degli interessi del Ministero dell'Amministrazione e dell'Interno;
  • Gestire dati relativi ad atti e reati di corruzione interna;
  • Analizzare l'evoluzione dei reati di corruzione del personale MoAI e, di conseguenza informare il Ministro dell'Interno o di altri organi competenti, secondo la legge.

Collegamenti esterniModifica