Discussione:Parità di potere d'acquisto

Aggiungi discussione
Discussioni attive

"Questa voce sembra trattare lo stesso argomento, o comunque argomenti unificabili, della voce Calcolo delle parità dei poteri d'acquisto" non è esatto.

La teoria delle PPA rientra nell'economia internazionale, il calcolo delle PPA nella statistica economica, che a sua volta si basa sugli aggregati definiti nella contabilità nazionale.

La teoria si occupa della relazione tra inflazione e tasso di cambio e dei loro effetti sul commercio internazionale, non delle modalità di calcolo delle PPA.

In generale, la teoria economica si occupa di aggregati definiti a livello concettuale senza entrare nel merito di specifiche modalità di calcolo del loro ammontare. Per fare un esempio, Keynes (teoria) ha usato concetti come "Reddito nazionale", "Consumi", "Investimenti" senza preoccuparsi di darne una definizione operativa. Richard Stone ha vinto il premio Nobel nel 1984 per aver avviato, su consiglio di Keynes, lo sviluppo dei moderni sistemi di contabilità nazionale. Si può notare che Stone cominciò a pubblicare i suoi lavori sulla misurazione del reddito nazionale nel 1947, undici anni dopo la Teoria Generale di Keynes, ma questo non aveva impedito a Keynes di occuparsi di aggregati per i quali, al suo tempo, non esistevano metodi operativi di misurazione.

Gli aggregati di Keynes funzionano comunque, a livello teorico, indipendentemente dai dettagli della contabilità nazionale. Non fa differenza se i consumi, ad esempio, sono definiti come nello SNA 53, nello SNA 68, nello SNA 93 o nel Sec 95, proprio perché sono aggregati teorici. Lo statistico economico (l'ISTAT, Eurostat, ecc.), invece, deve avere ben chiare le modalità operative di calcolo dei diversi aggregati; deve conoscere a puntino, ad esempio, la differenza tra "imposte sui prodotti" e "imposte sulla produzione", deve sapere che il Prodotto Nazionale è calcolato quasi come il Reddito Nazionale ma con qualche differenza (le imposte nette verso il Resto del mondo) e così via.

Più in particolare, la teoria delle PPA non si occupa di dettagli quali la scelta tra il metodo EKS e quello CPD per le posizioni rappresentative, o quella tra EKS e Ikle per gli aggregati di livello più elevato, né dei criteri utilizzati dalla Banca Mondiale per stimare dati mancanti (non forniti da alcuni paesi, in particolare africani). Sono ambiti completamente diversi.

Cancello quindi il template di unificazione (come ho fatto anche per la voce Calcolo delle parità dei poteri d'acquisto), invitando chi non fosse d'accordo a discuterne qui se i miei argomenti non lo hanno convito.

Grazie. --Leitfaden (msg) 16:44, 19 lug 2008 (CEST)

Questa paga fa schifoModifica

Questa pagina è una merda, ha una trattazione matematica vergognosa

Io non visualizzo le formule. Mig (msg) 22:19, 25 gen 2017 (CET)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Parità di potere d'acquisto. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 11:21, 31 mar 2018 (CEST)

Ritorna alla pagina "Parità di potere d'acquisto".