Apri il menu principale
attenzione, nel 1773 non esistevano fucili militari a retrocarica, ma solo AD AVANCARICA con meccnismo a PIETRA FOCAIA 1

La Regia armata sarda o Reale esercito sardo-piemontese o Esercito sabaudo o semplicemente Esercito piemontese fu l'esercito di terra del Ducato di Savoia prima e del Regno di Sardegna poi, attivo dal 1416[senza fonte] sino al 4 maggio 1861, data nella quale divenne nota col nome di Regio Esercito italiano. Anche se non è una regola, solitamente si usa il termine "Esercito Sabaudo" in riferimento al periodo in cui i Savoia detenevano il titolo ducale, mentre si preferisce "Armata Sarda" o "Esercito Sardo" in riferimento all'epoca in cui ottennero il titolo di Re di Sardegna.

Faccio presente a chi a firmato tale articolo che I Savoia non erano re di Sardegna ma re del Regno di Sardegna, il quale l'8 agosto 1720, dopo che per decisioni internazionali venne dato ai Savoia mettendo sulla loro testa la Corona del Regno Sardo, nato in Sardegna 396 anni prima e precisamente il 19 giugno del 1324. l'Armata Sarda era perciò l'esercito dello Stato Regno di Sardegna, come oggi si chiama Esercito Italiano perchè è l'esercito dello Stato italiano. Per tale motivo, a partire dall'otto agosto 1720 tutto divenne SARDO il re, e tutti gli abitanti che facevano parte del Regno di Sardegna; i Sardi isolani. i Piemontesi, i Nizzardi e i Savoiardi. I Savoia con lo STATO SARDO condussero le guerre del Risorgimento, e, allo Stato Sardo vennero annessi tutti gli Stati pre unitari tanto che possiamo dire che il 16 marzo 1861 eccetto il veneto e il Lazio, tutta la penisola, la Sardegna e la Sicilia erano territorio del Regno di Sardegna sino al 17 marzo quando Vittorio Emanuele II 24°sovrano dello STATO SARDO e primo del Regno d'Italia con legge SARDA n° 4671, cambiò il nome allo Stato da Regno di Sardegna in Regno d'Italia. Per tale motivo possiamo dire con assoluta convinzione che "Prima che i Sardi diventassero italiani tutti gli Italiani erano SARDI.

La Regia armata sarda o Reale esercito sardo-piemontese o Esercito sabaudo o semplicemente Esercito piemontese fu l'esercito di terra del Ducato di Savoia prima e del Regno di Sardegna poi, attivo dal 1416[senza fonte] sino al 4 maggio 1861, data nella quale divenne nota col nome di Regio Esercito italiano. Anche se non è una regola, solitamente si usa il termine "Esercito Sabaudo" in riferimento al periodo in cui i Savoia detenevano il titolo ducale, mentre si preferisce "Armata Sarda" o "Esercito Sardo" in riferimento all'epoca in cui ottennero il titolo di Re di Sardegna.

Faccio presente a chi a firmato tale articolo che I Savoia non erano re di Sardegna ma re del Regno di Sardegna, il quale l'8 agosto 1720, dopo che per decisioni internazionali venne dato ai Savoia mettendo sulla loro testa la Corona del Regno Sardo, nato in Sardegna 396 anni prima e precisamente il 19 giugno del 1324. l'Armata Sarda era perciò l'esercito dello Stato Regno di Sardegna, così come oggi si chiama Esercito Italiano perchè è l'esercito dello Stato italiano. Per tale motivo, a partire dall'otto agosto 1720 tutto divenne SARDO il re, e tutti gli abitanti che facevano parte del Regno di Sardegna; i Sardi isolani. i Piemontesi, i Nizzardi e i Savoiardi. I Savoia con lo STATO SARDO condussero le guerre del Risorgimento, e, allo Stato Sardo vennero annessi tutti gli Stati pre unitari tanto che possiamo dire che il 16 marzo 1861 eccetto il veneto e il Lazio, tutta la penisola, la Sardegna e la Sicilia erano territorio del Regno di Sardegna sino al 17 marzo quando Vittorio Emanuele II 24°sovrano dello STATO SARDO e primo del Regno d'Italia con legge SARDA n° 4671, cambiò il nome allo Stato, da Regno di Sardegna in Regno d'Italia. Per tale motivo possiamo dire con assoluta convinzione che "Prima che i Sardi diventassero italiani tutti gli Italiani erano SARDI. Per tale motivo è ora che gli italiani sappiano una volta per tutte le origini dello Stato di cui fanno parte e a cui pagano le tasse, in modo tale che si sappia che lo Stato Italiano è nato a Cagliari il 19 giugno 1324, con l'appellativo di Regno di Sardegna e Corsica, cambiò di nome in Regno di Sardegna nel 1479 per volontà del suo 9° sovrano Ferdinando il Cattolico, e con tale appellativo e con il solo territorio dell'isola di Sardegna visse fino al 1720 quando per decisioni politiche internazionale dopo aver vissuto come Stato della Corona d'Aragona e poi della Corona di Spagna, passò ai Borboni di Francia e poi agli Asburgo d'Austria, per poi passare l'8 agosto 1720 a Vittorio Amedeo II di Savoia il quale vi annettè in forma federativa i suoi possessi continentali: il principato di Piemonte, Nizza e la Savoia, che da quel momento divennero territrio del Regno di Sardegna. In questo modo finalmente potè fregiarsi di una Corona Reale (quella del Regno di Sardegna), diventando così 1l 17° sovrano dello STATO SARDO. il resto lo avete letto prima.

                                                                               Lo Storico Sardo - Gianni Mereu

Se volete contattarmi la mia mail è sabattalla<at>tiscali.it sono a vostra disposizione

Ritorna alla pagina "Regia Armata Sarda".