Apri il menu principale

Domenico Oranges

pittore italiano

Domenico Oranges (Cosenza, 17101788) è stato un pittore italiano,esponente della scuola cosentina del XVIII secolo.

BiografiaModifica

Domenico Oranges eseguì i suoi lavori artistici non solo nella città dei Bruzi ma anche nei paesi della provincia cosentina: Corigliano Calabro[1], S. Fili, Pietrafitta, Domanico, Castrolibero.Del suo tratto pittorico sono riconoscibili in tutte le sue opere la scelta dei toni scuro-rossastri.

Oranges fu chiamato, insieme ai pittori D. Giuseppe Maradei, D. Pasquale Maio, e D. Francesco Antonio Trojano anche professore di pittura, a constatare le fessure prodottesi nel miracolo del 1783, sulla sacra Immagine della Madonna del Pilerio a Cosenza, i quali giudicarono unanimemente i segni sull'Immagine non prodotti naturalmente, ma in maniera soprannaturale[2].

Opere d'arteModifica

  • Otto tele ad olio con scene della vita di San Nicola - Chiesa di San Nicola (Cosenza). Anno 1756-58
  • San Bruno, olio su tela - Cattedrale di Cosenza. Anno 1759
  • Tre affreschi sulla volta della navata centrale della Chiesa del Carmine - Corigliano Calabro. Anno 1744:
    • l'Annunciazione;
    • gli Angeli che reggono lo stemma dei Carmelitani;
    • Dio Padre che benedice.
  • San Michele Arcangelo, tela - chiesa di San Nicola di Bari (Pietrafitta - CS).
  • Tre tele Chiesa dell'Annunziata di San Lucido (CS):
    • L'immacolata;
    • Santa Chiara d'Assisi;
    • Santa Teresa d'Avila.
  • Trasfigurazione del Cristo - Chiesa SS. Salvatore (Castrolibero - CS).

NoteModifica

  1. ^ L’interno trinavato della Chiesa del Carmine, su viapervia.it. URL consultato il 14 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2007).
  2. ^ evento ripreso sia nel libro "Città di Calabria e hinterland nell'età moderna Di Fausto Cozzetto" alla pag. 283; (che ho messo nella bibliografia della voce). Ma originalmente descritto in un atto pubblico del 26 luglio 1798 del cancelliere cosentino D. Luigi Assisi, e anche in un libro notarile del 1800 scritto dal notaio Giovanni Casini

BibliografiaModifica

  • Domenico Oranges – L'Immacolata, S. Chiara d'Assisi e S. Teresa, in AA. VV., “Iconografia di Chiara d'Assisi in Calabria. Mari G. - Il Coscile - Castrovillari, 1994;
  • Domenico Oranges pittore cosentino del Settecento. A. Savaglio - Calabria Letteraria nn.10-12/2000;
  • Città di Calabria e hinterland nell'età moderna. Fausto Cozzetto - Rubbettino Editore, 2001.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Approfondimenti (PDF), su museocertosa.org (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2008).