Eccidio del bivio di Tissano

Eccidio del bivio di Tissano (Tićan in croato). 11 settembre 1943
Eccidio del bivio di Tissano
strage
Tipouccisione con armi da fuoco
Data11 settembre 1943
LuogoTićan (Bivio di Tissano) Visignano
StatoRepubblica Sociale Italiana Repubblica Sociale Italiana
Coordinate45°17′09.54″N 13°45′17.77″E / 45.285984°N 13.754936°E45.285984; 13.754936
Obiettivicivili
partigiani
Responsabilikampfgruppe
Conseguenze
Morti84 (civili e partigiani)

L'Eccidio del bivio di Tissano[1] è stata una strage nazista avvenuta l'11 Settembre 1943 nella località di bivio di Tissano, nel comune di Parenzo, nella quale persero la vita 84 persone.

I fattiModifica

L’11 settembre del 1944 partì da Trieste un Kampfgruppe con il compito di dare supporto all’ esiguo nucleo della marina militare tedesca di stanza a Pola. La compagine tedesca era formata dal Grenadier Regimenter.194, l’Aufklärung-Abteilung 171[2][3] e una Panzer brigade. La colonna motorizzata, comandata dal capitano Harald Weigandt[4], uscita Trieste si diresse verso la costa dell’Istria, oltrepassando Buie d’Istria, San Lorenzo, Valle d’Istria in direzione di Pola. In prossimità del bivio di Tissano, a sud del fiume Quieto, una compagnia di partigiani di Parenzo tentò di fermare l'avanzata dei tedeschi, ma durante il combattimento e nei seguenti scontri morirono circa 84 persone tra civili e partigiani.

NoteModifica

  1. ^ Tićan (Bivio di Tissano), Višnjan (Visignano), 11.09.1943 (Pola - territori situati ora all\'estero), su straginazifasciste.it. URL consultato il 25 aprile 2021.
  2. ^ Aufklärungs-Abteilung 171 / Radfahr-Abteilung 171 / Aufklärungs-Abteilung 171 / Divisions-Füsilier-Bataillon (A.A.) 171 (71. Inf.Div.), su deutsche-digitale-bibliothek.de. URL consultato il 25 aprile 2021.
  3. ^ Paul Ubert, Der Weg der Aufklärungs-Abteilung 171 im 2. Weltkrieg, Kameradenkreis der Aufklärungs-Abt. 171, 1985.
  4. ^ Eccidio del bivio di Tissano dell'11 settembre 1943 (PDF), su irsml.eu. URL consultato il 25 aprile 2021.