Eleunte (Chersoneso)

Eleunte
Nome originale Ἐλαιοῦς
Localizzazione
Stato attuale Turchia Turchia
Coordinate 40°03′35″N 26°13′50″E / 40.059722°N 26.230556°E40.059722; 26.230556Coordinate: 40°03′35″N 26°13′50″E / 40.059722°N 26.230556°E40.059722; 26.230556
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Eleunte
Eleunte
Mappa di localizzazione: Grecia
Eleunte
Eleunte
La posizione di Eleunte nell'odierna Turchia e rispetto ai territori della Antica Grecia
La posizione di Eleunte nell'Ellesponto

Eleunte (in greco antico: Ἐλαιοῦς, Elaioûs) era una città del Chersoneso Tracico, colonizzata dagli Ateniesi nel VI secolo a.C. Era ubicata nell'odierna penisola di Gallipoli ed è citata da Erodoto.[1]

StoriaModifica

La città era sul mare e venne utilizzata da Serse I di Persia nel corso della seconda guerra persiana del 480-479 a.C.. Durante la guerra del Peloponneso, 431-404 a.C., il suo porto venne utilizzato dagli Ateniesi come punto logistico per la loro flotta.

Fece parte della lega delio-attica e rimase colonia greca anche quando il Chersoneso venne conquistato dal re tracio Cotys I nel 359 a.C..

NoteModifica

  1. ^ Erodoto, Le storie.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia