L'ematosi (dal greco "αἰματόσις" per il tramite del latino "hæmatòsis"[1]) è il processo di ossigenazione del sangue, attraverso cui il sangue che giunge ai capillari polmonari assimila l'ossigeno ed espelle l'anidride carbonica.[2]

Meccanismo dell'ematosi.
Eme (Fe-protoporfirina IX)

L'ossigeno si lega in particolare alla molecola dell'emoglobina, nella quale sono presenti 4 gruppi ferroporfirinici (ognuno dei quali è chiamato anche eme)[3].

L'ossigenazione del sangue è favorita dall'effetto Haldane, che permette di aumentare (spostando verso destra la curva di dissociazione) l'affinità dell'emoglobina per l'ossigeno.[3][4]

Note modifica

  1. ^ Etimologia : ematosi
  2. ^ Ematosi-EMATOSI - Dizionario Medico di OK La Salute
  3. ^ a b Copia archiviata (PPT), su personalweb.unito.it. URL consultato il 21 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ Copia archiviata (PDF), su utenti.unife.it. URL consultato il 21 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2004).

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  • Apparato respiratorio (PDF), su crikr.it. URL consultato il 21 maggio 2009 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2010).
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina