Eustochio di Tours

Vescovo di Tours
Sant'Eustochio

Vescovo

 
Morte461
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza19 settembre[1][2]

Eustochio (... – 461) fu vescovo di Tours dal 444 al 461. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, che lo commemora il 19 settembre[1].

Eustochio
vescovo della Chiesa cattolica
Incarichi ricopertiVescovo di Tours
 
Consacrato vescovo444
Deceduto461
 

Discendente di una famiglia dell'Alvernia, nel 444 succedette nella guida della diocesi a Brizio[1][2][3]; nel 453 prese parte al concilio di Angers, dove difese i privilegi della Chiesa intaccati dalle leggi dell'imperatore Valentiniano III[3].

Morì nel 461[2][3] e venne succeduto da Perpetuo, che era forse suo nipote. È sepolto nella basilica di San Martino di Tours[3].

NoteModifica

  1. ^ a b c Sant' Eustochio di Tours, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 19 dicembre 2013.
  2. ^ a b c (EN) Saint Eustochius of Tours, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 19 dicembre 2013.
  3. ^ a b c d (EN) Butler’s Lives of the Saints – Saint Eustochius, Bishop of Tours, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 19 dicembre 2013.

Collegamenti esterniModifica