Fara di Baviera

Fara di Baviera (ca. 568641) fu reggente del Ducato dei Bavari tra il 630 e il 640.

Fara era figlio dell'aristocratico agilolfingio Crodoaldo (575-624)[1], il quale cadde in disgrazia presso il re dei Franchi Dagoberto e nel 624 con la compiacenza del re fu assassinato da Bertario, un partigiano degli arnolfingi. È probabile che Fara possedesse terre nell'area intorno alla riva destra del medio corso Reno. Fara viene menzionato come amico e alleato del margravio di Turingia Radulfo I, con il quale si ribello contro il reggente dei Franchi d'Austrasia Ansegiso e il giovane re merovingio Sigeberto III. Tuttavia, Fara venne sconfitto da Sigeberto III e si uccise.

Le fonti della sua vita sono molto scarse e i dettagli sono controversi. Sono state formulate alcune speculazioni, per lo più considerate improbabili, sul fatto che abbia effettivamente governato come duca di Bavari.

NoteModifica

  1. ^ Vgl. Norbert Wagner: Zur Herkunft der Agilolfinger. In: Zeitschrift für Bayerische Landesgeschichte. 41, 1978, besonders S. 25 ff.

BibliografiaModifica

  • Wilhelm Störmer: Die Baiuwaren. Von der Völkerwanderung bis Tassilo III. II edizione, Beck, Monaco di Baviera 2007, ISBN 978-3-406-47981-6
Controllo di autoritàVIAF (EN302208020 · WorldCat Identities (ENviaf-302208020