Apri il menu principale
Ferdinánd Zichy

Governatore del Veneto
Durata mandato 22 marzo 1848 –
aprile 1848
Capo di Stato Francesco Giuseppe d'Austria
Predecessore Alajos Pálffy
Successore Laval Nugent von Westmeath

Dati generali
Prefisso onorifico Sua Eccellenza
Suffisso onorifico Conte de Zics et Vázsonykő
Tendenza politica Conservatore
Professione militare

Conte Ferdinánd Zichy de Zics et Vázsonykő (Nagyvázsony, 13 maggio 1783Pozsony, 7 ottobre 1862) è stato un politico ungherese.

BiografiaModifica

Nome e rango in ungherese: gróf zicsi és vázsonykői Zichy Ferdinánd nato a Vázsonykő il 13 maggio 1783, era membro di una famiglia della nobiltà ungherese, avente titolo comitale. Egli era, nello specifico, figlio del Conte Károly Zichy (1753-1826), collaboratore di Metternich nel periodo della restaurazione in Austria.

Cresciuto negli ambienti di corte di Vienna, egli intraprese la carriera militare giungendo in breve tempo al grado di Feldmaresciallo dell'esercito imperiale. Distintosi per il suo impegno nella lotta alle ribellioni d'indipendenza dell'Ungheria, il 22 marzo 1848 venne nominato Governatore del Veneto, ma dovette soccombere nell'aprile successivo alle pressioni dei ribelli che instaurarono nella Serenissima un governo provvisorio.

Accusato per questi atti di infedeltà e di incapacità ai danni dello Stato, nel 1849 venne condannato all'ergastolo, ma venne graziato dall'Imperatore Francesco Giuseppe nel 1851. Tornato in libertà, ma offeso nell'animo, Zichy decise di ritirarsi a vita privata, lasciando per sempre Vienna e trasferendosi a Pozsony dove morì il 7 ottobre 1862.

OnorificenzeModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Risorgimento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Risorgimento