Apri il menu principale

Flora (Maurs, 1300 circa – Issendolus, 1347) è stata una religiosa francese dell'ospedale gioannita di Beaulieu; il suo culto come santa risale almeno al 1360.

Indice

Cenni biograficiModifica

Era una dei dieci figli (tre maschi e sette femmine) di Pons e Melhor. A quattordici anni abbracciò la vita religiosa nell'ospedale di Beaulieu, dove si trovavano già tre delle sue sorelle.[1]

Le religiose dell'ospedale di Beulieu, fondato per i pellegrini a Issendolus nel 1240 da Guiberto di Thémines, dal 1298 osservavano la regola dei gioanniti.[1]

Fu devota alla Passione di Gesù (che meditava aiutandosi con l'Ordine della Croce di Bonaventura da Bagnoregio), al mistero dell'Annunciazione e ai santi Giovanni Battista, Pietro e Francesco d'Assisi.[1]

CultoModifica

L'abate di Figeac elevò le sue reliquie l'11 giugno 1360.[2]

Nella Francia occidentale il nome di santa Flora era invocato, insieme a quelli di santa Barbara e santa Chiara, durante i temporali.[2]

Il suo ufficio fu inserito nei libri liturgici della diocesi di Cahors nel XVIII secolo.[2]

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 5 ottobre.

NoteModifica

  1. ^ a b c Philippe Rouillard, BSS, vol. V (1964), col. 929.
  2. ^ a b c Philippe Rouillard, BSS, vol. V (1964), col. 930.

BibliografiaModifica

  • Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), Bibliotheca Sanctorum (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.
Controllo di autoritàVIAF (EN80729961 · ISNI (EN0000 0000 5782 9726 · GND (DE13637462X · CERL cnp01153704