Il Forte di Nizwa (Arabo: قلعة نزوى; traslitterato: Qal'at Nizwa') è una delle quattro fortezze storiche situate ai piedi del Djebel Akhdar in Oman. Venne costruito nel diciassettesimo secolo su strutture risalenti fino al XII, a guardia dell'antica capitale di Nizwa. È il monumento nazionale più visitato dell'Oman.

Forte di Nizwa
قلعة نزوى
Ubicazione
Stato attualeBandiera dell'Oman Oman
CittàNizwa
Coordinate22°56′00″N 57°31′49″E / 22.933333°N 57.530278°E22.933333; 57.530278
Informazioni generali
TipoFortezza
CostruzioneXII secolo-XVII secolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il forte di Bahla, insieme a quelli vicini di Izki e Bahla, ed a quello a nord di Rustaq, furono il centro della resistenza kharigita alla "normalizzazione" voluta dal califfo Hārūn al-Rashīd.

Storia modifica

Fu costruito negli anni 1650 dal sultano Bin Saif Al Ya'rubi, presso una struttura cilindrica risalente al XII secolo. Il forte era il centro amministrativo dell'autorità per gli Imam e i Walis regnanti in tempi di pace e conflitto. La parte principale del forte ha richiesto circa 12 anni per essere completata e venne eretta sopra un corso d'acqua sotterraneo.

Descrizione modifica

Il disegno del forte riflette l'ingegnosità architettonica omanita dell'era Ya'rubi, che ha visto un notevole progresso nelle fortificazioni militari e l'introduzione della guerra a base di armi da fuoco. La parte principale del forte è la sua enorme torre a tamburo che si eleva per 30 metri sopra il suolo e ha un diametro di 36 metri. Le solide fondamenta del forte penentrano per 30 metri nel terreno, e una parte della torre è riempita di rocce, terra e detriti. Le porte sono spesse e le pareti sono arrotondate e robuste, progettate per resistere a violente raffiche di fuoco di mortaio. Ci sono ventiquattro aperture tutto intorno alla sommità della torre per il fuoco di cannoni, che fornivano una copertura completa a 360 gradi della campagna circostante, rendendo praticamente impossibile un attacco a sorpresa al forte senza provocare una risposta. Oggi ne restano solo quattro.

Accxanto alla torre si sviluppa uno corpo fortificato quadrangolare, dove trovavano alloggio il comandante del forte e le sue milizie. All'interno delle mura si trova anche un orto (oggi giardino) e un pozzo che attingeva dal torrente sotterraneo, per permettere la massima resistenza in caso di assedio. La struttura è ricca di merlature, torrette, pozzi segreti, porte false e trabocchetti, per intrappolare gli eventuali assalitori.

Bibliografia modifica

  • Walker, Jenny (editor) (2007) "Al-Dakhiliyah Region: Nizwa: Sights: Nizwa Fort" Oman, UAE & Arabian Peninsula (2nd edition) Lonely Planet, Footscray, Victoria, Australia, page 232, ISBN 978-1-74104-546-8
  • Ochs, Peter J. (2000) Maverick Guide to Oman (2nd edition) Pelican Publications, Gretna, Louisiana, USA, p. 275, ISBN 1-56554-687-3
  • Darke, Diana and Shields, Sandra (2006) "Nizwa Fort" Oman: The Bradt Travel Guide Bradt Travel Guides, Chalfont St. Peter, Buckinghamshire, England, p. 191, ISBN 978-1-84162-168-5
  • Directorate General of Tourism (2000) Oman Directorate General of Tourism, Ministry of Commerce & Industry, Sultanate of Oman, Ruwi, p. 16, OCLC 55735842
  • Cox, Percy (1925) "Some Excursions in Oman" The Geographical Journal 66(3): pp. 193-221, p. 215
  • Ministry of National Heritage and Culture (1990) Nizwa Fort Ministry of National Heritage and Culture, Sultanate of Oman, OCLC 51524250
  • Antonio Farach, Lucille Umali - Times of Oman / Shabiba (2011) "The Great Fort of Nizwa" [1]

Altri progetti modifica

  Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura