Forze armate libanesi

القوات المسلحة اللبنانية
Al-Quwwāt al-Musallaḥa al-Lubnāniyya
Forze Armate Libanesi
Coat of arms of Lebanon.svg
Descrizione generale
Attiva1945
NazioneLibano Libano
TipoForze armate
Dimensione71.000 unità
Battaglie/guerreCrisi libanese del 1958
Parte di
Ministero della difesa
Comandanti
Ministro della difesaYaacoub Sarraf
Capo dello StaffHatem Mallak
Comandante in capoJoseph Aoun
Degni di notaFu'ad Shihab, Michel Aoun, Émile Lahoud, Michel Suleiman
Simboli
BandieraDrapeau des Forces armées libanaises.gif
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Le Forze armate libanesi (القوات المسلحة اللبنانية | Al-Quwwāt al-Musallaḥa al-Lubnāniyya) sono le Forze armate della Repubblica del Libano.

OrganizzazioneModifica

Sono composte da:

Il comandante in capo delle Forze armate è scelto in base al Patto Nazionale del 1943 tra i cristiano-maroniti, e diversi presidenti della Repubblica hanno rivestito in precedenza tale carica.

StoriaModifica

 
Soldati dell'esercito libanese nel 2009

Sono nate nel 1946 sul nucleo delle milizie cristiane e sunnite che avevano combattuto i francesi per l'indipendenza e di alcune brigate reduci dal Grande Libano. Il primo comandante fu Fu'ad Shihab, futuro presidente della repubblica.

Ebbero un ruolo nel corso della crisi libanese del 1958. Essendo composte da personale di varie confessioni religiose (cristiani, musulmani, drusi, curdi e armeni) allo scoppio della guerra civile nel 1975 si sciolsero e i loro militari sarebbero poi confluiti nelle varie milizie, mentre i reparti stanziati nel Sud, sostenuti da Israele formarono l'esercito del Libano del Sud.

Le forze armate furono ricostituite solo nel 1987 e poste al comando di Michel Aoun che nel 1989 le portò alla guerra di liberazione contro i siriani, ma fu sconfitto. Dal 1991 fino al 2005 furono sotto il controllo siriano delle FAD. Nel 2007 sono intervenute in un conflitto a Tripoli e nel 2008 in scontri armati a Beirut.

Dal 2012 fanno da forza di interposizione nello sconfinamento della guerra civile siriana in Libano.

Collegamenti esterniModifica