Fossa pterigopalatina

osso
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Fossa pterigopalatina
Gray159.png
Visione laterale del seno mascellare aperto
Pterygopalatine fossa.PNG
Cranio umano: l'egresso della fossa pterigopalatina (fessura pterigomascellare) è evidenziato in viola.
Anatomia del Gray(EN) Pagina 166
Identificatori
MeSHA02.835.232.781.670
TAA02.1.00.025
FMA75309

La fossa pterigopalatina (o pterigomascellare) è un piccolo spazio ad imbuto, situato subito dietro la mascella. Essa è un centro di distribuzione aperto verso tutte le principali regioni della testa: bocca, naso, occhi, faccia, fossa infratemporale e anche verso il cervello.

LimitiModifica

Le pareti della fossa sono rappresentate anteriormente dalla tuberosità del mascellare, posteriormente dal processo pterigoideo dello sfenoide, lateralmente dalla comunicazione con la fossa infratemporale (foro pterigo-mascellare) e medialmente dalla lamina perpendicolare dell'osso palatino. Il tetto della fossa è rappresentato dalla superficie pterigomascellare dell'osso sfenoide.

ComunicazioniModifica

La fossa comunica con:

ContenutiModifica

La fossa contiene rami di divisione del nervo mascellare (seconda branca di divisione del trigemino), il ganglio pterigo-palatino (o sfeno-palatino) di Meckel e l'arteria mascellare interna.

BibliografiaModifica

  • Anastasi, Capitani et all Trattato di Anatomia Umana, Edi-Ermes, 2012

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica