Apri il menu principale
Frances Jennings

Frances Jennings, contessa di Tyrconnel (Sandridge, 1647Dublino, 9 marzo 1730), è stata una nobildonna inglese.

Indice

BiografiaModifica

Era la figlia di Richard Jennings, e di sua moglie, Frances Thornhurst. Era la sorella di Sarah Churchill, duchessa di Marlborough. Nel 1664, Frances è stato nominato damigella d'onore della duchessa di York, Anne Hyde. Pepys registrò un incidente in cui lei si travestì da venditore, ma alla fine fu riconosciuta a causa delle sue scarpe costose.

Macaulay la descrive come "la bella Fanny Jennings, la coquette più bella della Restaurazione"[1].

MatrimoniModifica

Primo MatrimonioModifica

Nel 1665 sposò Sir George Hamilton, conte di Hamilton (1621-25 febbraio 1676), figlio di George Hamilton, I baronetto di Donalong. Ebbero tre figlie:

Secondo MatrimonioModifica

Sposò, il 2 novembre 1681 a Parigi, un vecchio corteggiatore che aveva precedentemente respinto: Richard Talbot (1630-14 agosto 1691). Talbot è stato poi creato Conte di Tyrconnel nel pari d'Irlanda e, successivamente, duca di Tyrconnell, anche se quest'ultimo titolo è stato conferito da Giacomo II dopo la Gloriosa Rivoluzione e non è stato ampiamente riconosciuto. Tuttavia, Frances viene spesso chiamato duchessa di Tyrconnell[2]. Non ebbero figli.

Suo marito è stato nominato vice Lord d'Irlanda e la coppia andò a vivere a Dublino. Dopo la sua sconfitta nella battaglia del Boyne, il re fuggì a casa loro, dove venne accolto da Frances.

MorteModifica

Dopo la morte del marito nel 1691, Frances è stato ridotta in povertà e per un po', aveva una bancarella vicino al Royal Exchange. Lei vestita di bianco con il viso coperto da una maschera bianca è stata descritta come "la modista bianca"[3]. Nel 1840, questo è stato drammatizzato ed eseguito come un gioco al Covent Garden.

In seguito all'ascesa della regina Anna, Frances (e la sua figliastra, Charlotte Talbot) riottenne alcune ex proprietà del marito - presumibilmente grazie all'influenza di sua sorella sulla regina. Alla fine si ritirò e morì nel convento delle Clarisse a Dublino. Fu sepolta nella Cattedrale di San Patrizio a Dublino.

NoteModifica

  1. ^ Macaulay, The History of England from the Accession of James the Second
  2. ^ For example in the catalogue of the National Portrait Gallery
  3. ^ 'The Strand, southern tributaries - continued', Old and New London: Volume 3 (1878), pp. 100-110. URL: http://www.british-history.ac.uk/report.aspx?compid=45138 Date accessed: 5 April 2008.

Altri progettiModifica