Apri il menu principale

Francesco Lucca (Cremona, 21 dicembre 1802Milano, 19 agosto 1872) è stato un editore musicale italiano, celebre per aver costituito un'impresa che provò a rivaleggiare più volte con Casa Ricordi.

BiografiaModifica

Nacque a Cremona da Paola Albrisi e Domenico Lucca, entrambi originari di Milano. Si diplomò prestissimo in clarinetto, potendo così accedere alla carica di secondo clarinetto per le orchestre della Scala e della Canobbiana. Venne poi messo sotto contratto da Giovanni Ricordi, per la sua casa (4 giugno 1816), per una durata pattuita di sei anni a partire dal primo agosto di quell'anno.

Dopo aver concluso il periodo presso la Casa Ricordi, se ne uscì ed andò in Germania, per approfondimenti sull'editoria musicale continuando a collaborare però col suo vecchio datore di retribuzione.

Il 21 maggio del 1825, riuscì ad aprire la sua ditta indipendente ottenendo la licenza il 25 giugno, a Milano. Le prime opere avviarono subito l'attività, costituendo poi una società con Antonio Terenzio: la "Francesco Lucca & Co.". Fu poi divisa lo stesso anno per contrapposizioni tra Lucca e Terenzio, che avrebbe cercato di rendersi autonomo senza averlo stabilito in precedenza.

Oltreché all'organizzazione vera e propria si pose come rivenditore di spartiti, includendo una bottega commerciale a Santa Margherita.

A causa delle rivalità per l'aggiudicazione di importanti musicisti e delle loro opere, Lucca si scontrò più volte, anche giudiziariamente con Ricordi, uscendone quasi sempre sconfitto.

BibliografiaModifica

Marcoemilio Camera, LUCCA, Francesco, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 66, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2007. URL consultato il 18 ottobre 2014.

Controllo di autoritàVIAF (EN5195675 · ISNI (EN0000 0001 2118 9031 · LCCN (ENn88152933 · GND (DE1019623209 · BNF (FRcb14814662g (data) · CERL cnp01422215