Francesco Rosselli

incisore italiano
Attribuito a Francesco Rosselli, Sibilla Frigia, 1943.388 - Cleveland Museum of Art

Francesco Rosselli (Firenze, 14481513) è stato un incisore italiano.

Fratello di Cosimo Rosselli e allievo di Baccio Baldini, nel 1480 si recò in Pannonia per perfezionare la tecnica d'incisione. Tornato nel 1482, eseguì molte opere a maniera larga, una tecnica contraddistinta dall’uso di punte diverse in base alla diversa resa del colore scuro che si vuole e l'aggiunta della tecnica del bulino, importata forse da Rosselli a Firenze[1].

Nel 1506 incise una Carta del mondo, l'unica sua opera documentata, sebbene grazie a un'importante operazione filologica si sia riusciti a a ricostruire un catalogo delle sue opere, grazie all'aiuto di un inventario del 1525, recentemente ritrovato[2]. Gli sono stati attribuiti una serie della Vita della Vergine e una serie di Trionfi ispirati al tema petrarchesco. Gli si attribuiscono anche la serie dei Profeti e delle Sibille, che replicano con varianti iconografiche alcuni disegni del maestro Baldini[3].


Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Francesco Rosselli, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Controllo di autoritàVIAF (EN305406257 · ISNI (EN0000 0000 7100 9839 · Europeana agent/base/4657 · LCCN (ENnr93010459 · GND (DE119078406 · BNF (FRcb124904541 (data) · BNE (ESXX1686450 (data) · ULAN (EN500023284 · CERL cnp00546715 · WorldCat Identities (ENlccn-nr93010459
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie
  1. ^ David Landau e Peter Parshall, The Renaissance Print 1470-1550, New Haven - London, Yale University Press, 1994.
  2. ^ Evelina Borea, Lo specchio dell’arte italiana. Stampe in cinque secoli, Vol 1, Pisa, Edizioni della Normale, 2009, p. 12.
  3. ^ Evelina Borea, Lo specchio dell’arte italiana. Stampe in cinque secoli, Vol. 1, Pisa, Edizioni della Normale, 2009, p. 13.