Apri il menu principale

Francesco Silvestri (vescovo)

vescovo cattolico italiano
Francesco Silvestri
vescovo della Chiesa cattolica
Scavi di santa reparata sotto il duomo di firenze, lastra tombale di francesco da cingoli, vescovo di firenze, 1341.JPG
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricoperti
 
NatoCingoli
Nominato vescovo30 aprile 1318
Deceduto21 ottobre 1341
 

Francesco Silvestri, o Francesco di Silvestro da Cingoli (Cingoli, ... – 21 ottobre 1341), è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Di origine marchigiana fu prima vescovo di Senigallia, poi di Rimini, da dove fu traslato a Firenze, preceduto da una fama di uomo di grande energia.

A causa della sua strenua opposizione al partito ghibellino era stato definito anche "sanguinario", e nonostante questa sinistra fama il papa, da Avignone lo usò spesso come nunzio in varie ambascerie.

Fu esigente con il clero cittadino e adottò Firenze come una seconda patria, proteggendola soprattutto durante l'assedio di Ludovico il Bavaro, quando confortò i fiorentini e approntò squadre per la difesa della città.

Riesumò le spoglie di san Zanobi dalla chiesa di Santa Reparata, in via di demolizione per fare spazio alla nuova cattedrale, e dopo averle composte le espose alla pubblica venerazione. Nella vecchia cattedrale si trovava anche la sua lastra tombale, riscoperta durante gli scavi del 1971-1972.

BibliografiaModifica

  • La chiesa fiorentina, Curia arcivescovile, Firenze 1970.